Detomas alle minoranze: "I nostri diritti acquisiti non vanno dati per scontati"

Visita dell'assessore regionale a Luserna e Palù del Fersina per presentare gli interventi della regione in favore delle minoranze linguistiche. Proprio sul versante della lingua si apre una strada interessante: i Cimbri introdurranno dei neologismi

“Negli ultimi 25 anni si sono fatti molti passi in avanti nel riconoscimento dei diritti delle minoranze ma non dobbiamo pensare che i diritti acquisti in tema di salvaguardia lo siano per sempre". L'assessore regionale alle minoranze Giuseppe Detomas  mette in guardia le minoranze: i diritti acquisiti vanno difesi. Con queste parole si è rivolto ieri alla comunità mochena dell'Istituto Culturale di Palù del Fersina: "non dobbiamo dare atto ad equivoci che possano far pensare che vi sia nei nostri riguardi una qualche forma di privilegio, ma dare testimonianza tutti i giorni di errese utili per la comunità di maggioranza".

Sempre in tema di minoranze una novità potrebbe arrivare sul versante linguistico dalla recente nomina, presso l'Istituto Culturale Cimbro di Luserna, di una commissione che avrà il compito di ammodernare la lingua cimbra inserendo dei neologismi, a partire dal linguaggio amministrativo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Tutti i proverbi trentini sulla neve

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Via Suffragio, tutti a cercare la fede nuziale perduta: una fiaba a lieto fine

Torna su
TrentoToday è in caricamento