Carabinieri: un targa in ricordo del brigadiere Monaco, ucciso dai nazisti

Nato in provincia di Rieti, si trovava a comandare la stazione di Resia all'indomani dell'8 settembre. Ricordato Ottavio Monaco a Molveno

Morì nel compimento del dovere, a qualche ora di distanza dall'armistizio dell'8 settembre, proclamato dal mareschiallo Badoglio. Ieri nella stazione dei Carabinieri di Molvenoil generale Massimo Mennitti, comandante della Legione Carabinieri del Trentino Alto Adige ha scoperto una targa che ricorda il sacrificio del brigadiere Ottavio Monaco, ucciso il 9 settembre 1943 dai nazisti al passo Resia. 

Nato il 14 dicembre 1912 a Cantalice in provincia di Rieti Monaco conseguì il diploma per diventare maestro, ma all'insegnamento preferì la carriera militare. Si arruola nell'Arma non ancora ventenne ed in seguito viene trasferito a Bolzano come vice brigadiere. Sposa Amedea Meneghini, di Molveno, ed insieme si stabiliscono a Resia, dove Monaco assume il ruolo di comandante di stazione, caserma che difenderà fino alla morte, avvenuta per mano nazista, all'indomani dell'armistizio.Il suo corpo non fu mai trovato. Presente alla cerimonia di ierila figlia di Ottavio Monaco e Amedea Meneghini, Maria Luisa Monaco, nata a Resia, che alla morte del padre aveva solamente due anni. E' stata omaggiata del tricolore dal generale Mennitti. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion divorato dalle fiamme in A22: autostrada chiusa

  • Una turbolenza chiude la vela del parapendio e lo fa precipitare da 2mila metri: morto

  • "Aiuto, c'è una donna con lenzuolo bianco sulla statale": chiamano il 112 per la Samara challange

  • Il supermercato più conveniente di Trento? Ecco il "calcolatore" online di Altroconsumo

  • Incendio in casa: morta una mamma, grave il suo bambino

  • Tornano all'auto parcheggiata in via Grazioli e ci trovano dentro il ladro

Torna su
TrentoToday è in caricamento