menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lingotti d'oro, sala cinema in casa e poster de 'Il padrino': arrestato 'Pablo Escobar trentino'

La guardia di finanza lo ha fermato venerdì 8 novembre nell'ambito di un controllo trovandogli in auto 20mila euro di hashish

Due lingotti d'oro, 15mila euro in contante, una vasca idromassaggio, una sala cinema, uno spazio fitness e un poster gigante di Al Pacino nel film 'Il padrino'. È quanto ha trovato la guardia di finanza nell'abitazione di un 27enne, fermato nella tarda mattinata di venerdì 8 novembre con l'accusa di spaccio di sostanze stupefacenti.

La perquisizione - afferma il comandante della guardia di finanza di Trento, Mario Palumbo - è scattata in seguito a un controllo su strada nell'ambito del contrasto allo spaccio di droga. Le fiamme gialle hanno fermato il giovane narcos - trentino di origine tunisina - mentre era alla guida Mercedes, rinvenendo sette etti di hashish a bordo. 

Il narcos che risultava disoccupato

Durante la perquisizione a casa del malvivente le fiamme gialle hanno poi rinvenuto il contante e i lingotti, probabile provento dell'attività di spaccio, oltre ad arredi di lusso, anche essi presumibilmente acquistati grazie alla vendita di stupefacenti: il 27enne, che è anche proprietario di una villa di tre piani sulla Vigolana, risultava disoccupato. A quel punto i finanzieri hanno tratto in arresto lo spacciatore e sequestrato droga, denaro e oro.

Il giovane era già noto alle forze dell'ordine ma non per spaccio di droga: qualche anno fa si era reso responsabile di una violenta aggressione proprio nei confronti di un finanziere, che aveva rischiato la vita e ancora adesso porta i segni di quell'episodio. A seguito dell'arresto, il 27enne  si trova detenuto in carcere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Chiusa per pericolo valanghe l'area del Mugon sul Monte Bondone

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento