rotate-mobile
Cronaca Pozza di Fassa

La banda dei "muratori irlandesi" in azione in Trentino: occhio alla truffa

La "truffa dell'asfalto" è nota da anni in tutta Italia. Ora la banda sembra aver preso di mira il Trentino e la polizia locale della Val di Fassa ha aperto un'indagine. Un "capocantiere" con accento anglosassone si propone ai clienti ad un prezzo competitivo dicendo di avere del bitume avanzato

La banda dei "muratori irlandesi" è tornata all'opera, in Val di Fassa. Si tratta di una banda di truffatori che gira da anni  in Italia proponendosi per eseguire lavori di asfaltatura, vogliono essere pagati in anticipo e se ne vanno lasciando i lavori a metà. La "truffa dell'asfalto" è già nota alle cronache: basta una breve ricerca su google per rendersi conto che la cosa va avanti da anni, nonostante denunce e arresti.

Il metodo è sempre lo stesso, come spiega la polizia locale della Val di Fassa, che ha aperto le indagini dopo alcune segnalazioni: "Una squadra di irlandesi si propone per sistemare e asfaltare i piazzali di casa dicendo di avere un camion di asfalto in avanzo. E' successo in valle negli ultimi giorni".

Il cliente viene contattato da una o più persone con accento anglosassone, di origini irlandesi. Si propongono per eseguire i lavori a prezzi inferiori rispetto a quelli di mercato, giustificandosi con il fatto di avere un camion di bitume avanzato da precedenti lavori. "Eseguono i lavori velocemente, assicurandosi che in quelle ore il cliente sia assente, prendono i soldi e scappano - spiegano gli agenti della polizia locale - si consiglia di fare molta attenzione, i lavori non vengono finiti e la qualità risulta essere molto scarsa". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La banda dei "muratori irlandesi" in azione in Trentino: occhio alla truffa

TrentoToday è in caricamento