menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Muore in mare per salvare il figlio

Luigi Marchi, assicuratore di 51 anni di Riva del Garda, si trovava in vacanza a Punta Marina di Ravenna con una comitiva. E' annegato nel tentativo di salvare il figlio trascinato dalla corrente, a circa una cinquantina di metri dalla riva

E' morto annegato in balia del mare mosso Luigi Marchi, assicuratore di 51 anni di Riva del Garda in vacanza a Punta Marina di Ravenna con una comitiva. La sciagura si è consumata nello specchio di mare antistante gli stabilimenti balneari Merida e Chaplyn.

La vittima si trovava in acqua insieme al figlio, malgrado le proibitive condizioni marine, con l'esposizione della bandiera rossa.

Il piccolo di 8 anni, che si trovava in acqua con il salvagente, è stato trascinato dalla corrente, a circa una cinquantina di metri dalla riva. Il padre ha tentato quindi di correre in aiuto.

A quel punto Marchi ha subìto il moto ondoso, finendo sott'acqua. Le difficoltà non sono sfuggite al personale del salvataggio: tre bagnini si sono immediatamente tuffati in mare, cercando di raggiungere i bagnanti in difficoltà col moscone. Il bambino è stato tratto in salvo, mentre il padre è stato recuperato senza sensi.

Dopo averlo riportato a riva i soccorritori, in attesa dell'arrivo del 118, hanno praticato il massaggio cardiaco. I medici, che hanno operato con un'ambulanza e l'auto col medico a bordo, hanno fatto il possibile per strappare alla morte l'uomo, ma non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento