menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A caccia in motoslitta nel parco Adamello-Brenta: insorge il WWF

Netta contrarietà del WWF trentino alla norma contenuta nel nuovo piano del Parco che permetterebbe l'utilizzo di strade forestali in quad e motoslitta ai cacciatori: il WWF chiede che la Giunta in fase di approvazione del Piano elimini la possibilità

Il WWF trentino va all'attacco della norma contenuta nel piano del Parco Adamello Brenta che permetterebbe ai cacciatori di percorrere le strade forestali del parco, in motoslitta in inverno o in quad nella bella stagione, per foraggiare la selvaggina e svolgere attività venatoria. Il piano dovrà ora avere l'approvazione della giunta provinciale e sulla questione il consigliere del PD Luca Zeni ha già depositato un'interrogazione. Netta la contrarietà del WWF sia per quanto riguarda l'incentivo alla caccia sia per l'impatto acustico e inquinante dei mezzi a motore all'interno del parco. La norma sarebbe inoltre in contrasto con le finalità generali dell'ente parco.

Una simile proposta, riguardante però le piste da sci, è invece contenuta nella riforma del turismo proposta dall'assessore Dallapiccola, già ideatore dell'estensione a 90 giorni per l'accesso con veicoli alle strade forestali in estate. In questo caso l'idea è quella di permettere libero accesso alle motoslitte sulle piste da sci dopo l'ora di chiusura degli impianti, per agevolare le attività commerciali e ricettive altrimenti raggiungibili solo con gli sci. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Non solo Santiago: ecco cinque cammini in Trentino

Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Attualità

L'estate 2021 tra distanziamento e mascherine: come sarà

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento