Cronaca

Vendono motoseghe a marchio contraffatto: denunciati due napoletani

I due, che alle spalle hanno una sfilza di denunce per comportamenti simili, hanno raggiunto nei giorni scorsi la valle di Non per piazzare alcune motoseghe di scarso valore

La segnalazione di un collega in pensione ha permesso ai carabinieri della Compagnia di Cles di denunciare due napoletani alla Procura della Repubblica di Trento per i reati di commercio di prodotti con segni falsi, uso di marchi contraffati e ricettazione. I due, che alle spalle hanno una sfilza di denunce per comportamenti simili, hanno raggiunto nei giorni scorsi la valle di Non per piazzare, seguendo una tecnica oramai ben collaudata, alcune motoseghe di scarso valore facendole passare per attrezzi prodotti da una nota ed affidabile azienda tedesca. I due si sono traditi contattando, per la vendita, un carabinieri in pensione, che ha poi avvisato i colleghi.

Quando sono stati fermati in località Predaia, i due uomini detenevano una motosega sulla quale avevano apposto, per poterla vendere ad un prezzo più vantaggioso, i marchi contraffatti dell'azienda tedesca Stihl. Addosso avevano anche svariati contrassegni del medesimo genere. I due, che gli accertamenti condotti hanno permesso di identificare in autentici specialisti del pacco, erano anche in possesso di un blocchetto di fatture: lo avrebbero utilizzato per regolarizzare fiscalmente la compravendita del prodotto, dissimulando così le loro intenzioni. I fermati avevano con loro diverse centinaia di euro in contanti ed una fattura relativa all'acquisto on-line di sei motoseghe di produzione cinese al prezzo totale di 240 euro. All'appello ne mancano cinque, situazione che - secondo i carabinieri - potrebbe anche configurare il reato di truffa, nel caso in cui si trovassero gli elementi a sostengo: è infatti strano, sostengono gli inquirenti, che sia stata trovata soltanto una motosega sulle sei comperate.  

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vendono motoseghe a marchio contraffatto: denunciati due napoletani

TrentoToday è in caricamento