Mosaici romani a S. Maria maggiore: saranno vincolati e visitabili

Con la delibera odierna della Giunta provinciale parte l'iter burocratico per porre sotto tutela il sito, riportato alla luce casualmente durante dei lavori nelle fondamenta di un palazzo privato. L'idea è di valorizzare i reperti, di pregio, prevedendo possibilità di apertura al pubblico

Un particolare dei mosaici trovati sotto al palazzo di via delle Orsoline

Saranno posti sotto vincolo i mosaici trovati nelle fondamenta di un palazzo di via delle orsoline a Trento, vicino a piazza Santa Maria Maggiore: è questa la decisione della Giunta provinciale dopo il rapporto presentato dall'assessore alla cultura Tiziano Mellarini che aveva esaminato il sito quando, durante gli scavi per dei lavori di ristrutturazione, l'antico pavimento a mosaico era tornato alla luce.

Potrebbe trattarsi del pavimento di una residenza particolarmente lussuosa databile attorno al VI-V secolo. I dati in possesso della Soprintendenza non sono ancora tali da permettere una interpretazione definitiva e certa circa la natura e la finalità del complesso emerso, ma evidenziano una committenza altamente qualificata, che per la Tridentum romana ha i caratteri dell’eccezionalità. Con la delibera odierna della Giunta partirà l'iter per riconoscere alla parte dell'edificio interessata dai mosaici un interesse culturale. L'idea è di valorizzare il sito prevedendo aperture al pubblico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giro d'Italia 2020: in Trentino due tappe fondamentali, ed un passo inedito

  • Carabinieri di Trento, sequestrate 50mila confezioni di cosmetici all'arnica per mezzo milione di euro

  • Vino DOC falso da Pavia a Lavis: blitz della Guardia di Finanza

  • Gardaland: apre il parco acquatico Lego, ecco come sarà

  • Aeroporto di Bolzano: in arrivo voli per Roma, Vienna e altre destinazioni

  • Paura a Dro, si sente male alla guida davanti a un minimarket: 54enne portato via in elicottero

Torna su
TrentoToday è in caricamento