menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Stefano Tabarelli de Fatis (foto dal suo profilo Facebook)

Stefano Tabarelli de Fatis (foto dal suo profilo Facebook)

Addio al giovane vicecomandante dei vigili del fuoco: scomparso Stefano Tabarelli de Fatis

Il giovane ha perso la vita dopo un malore improvviso. "Abbiamo tutti perso un amico.. Un grande amico", scrive su Facebook il corpo di Baselga del Bondone

"Ci ha lasciati il nostro vice comandante Stefano Tabarelli de Fatis dopo un malore improvviso". Così i vigili del fuoco di Baselga del Bondone hanno annunciato la tragica scomparsa di Stefano Tabarelli de Fatis, loro vicecomandante di appena 29 anni. Il giovane è morto all'ospedale Santa Chiara di Trento dove era ricoverato da martedì, quando aveva accusato un improvviso malore. Dopo l'annuncio della morte per malattia del volontario della Croce Bianca di Trento Silvio Maestrelli, è un altro ragazzo a morire prematuramente.

"Il Corpo rivolge le più sentite condoglianze ai familiari e alla sua ragazza Arianna", si legge nel post che i pompieri hanno diffuso su Facebook. Stefano, oltre a fare parte del corpo di Baselga, lavorava come macchinista sui treni ed era un ballerino talentuoso.

"Abbiamo tutti perso un amico…Un grande amico - continua la nota dei vigili del fuoco -. Ciao Taba. Il tuo comandante e amico Gianluca". Il ragazzo faceva parte del corpo di Baselga da quasi dieci anni e nel 2018 era diventato vicecomandante. A causare la sua prematura scomparsa è stato un ictus che l'ha colpito improvvisamente senza lasciargli scampo: nonostante il ricovero in ospedale è deceduto due giorni dopo. I familiari con un gesto di grande generosità hanno acconsentito alla donazione degli organi. I funerali del ragazzo si terranno martedì 17 dicembre alle 14:30 nella chiesa di Baselga del Bondone.

"Che la terra ti sia lieve caro Stefano... Il Presidente, i Vice Presidenti, gli Ispettori e tutti i Vigili del fuoco Volontari del Trentino sono vicini alla tua famiglia ed al tuo Corpo in questo triste momento", così la Federazione dei Corpi Vigili del Fuoco Volontari Provincia autonoma Trento ha commentato su Facebook la scomparsa del giovane. A piangere il ragazzo anche la scuola di danza Gardadanze Rovereto, dove Stefano era iscritto: "Hai lasciato un segno anche a chi ti conosceva da poco, eri sempre allegro, energico e pronto ad aiutare tutti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento