rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Il lutto

Mondo della musica in lutto: è morto Maurizio Felicetti

Rocker e chitarrista trentino conosciuto in ogni dove, si è spento a 57 anni. Il ricordo commosso dell'amico Daniele Brunetti

È morto ieri, mercoledì 6 dicembre, a soli 57 anni Maurizio Felicetti, celebre chitarrista e membro di numerose band trentine: l’artista si è spento al Santa Chiara dopo un ricovero lampo nei giorni scorsi, a seguito di un fortissimo mal di testa.

Nonostante tutti i tentativi di salvargli la vita, Felicetti si è spento a causa di una grave ischemia. Lascia la moglie Claudia e due figli, Marco e Luca, di 25 e 20 anni, oltre ai due piccoli nipotini di 4 anni (Matthias) e di 6 medi (David). Di professione era dipendente dell’Azienda Sanitaria, ma tutti lo conoscevano per la sua abilità con le sei corde della sua chitarra elettrica. Un amore, quello per il rock e per i concerti dal vivo, mai finito.

Il ricordo toccante

A piangere Maurizio è anche e soprattutto l’amico e collega Daniele Brunetti, con cui Felicetti divideva il palco nelle serate di karaoke e piano bar con i Doi de Mo. "Maurizio era innamorato della vita, della sua famiglia, dei suoi amici, quelli veri e sinceri che venerava e rispettava. Ma soprattutto era innamorato della musica... quella linfa che ti scorre dentro e che ti fa vibrare e sentire vivo. Grazie a tutti coloro che stanno mandando messaggi, pensieri e ricordi piacevoli per questo grande ed immenso artista".

Ancora Brunetti: "È giusto ricordarlo come uomo, marito, padre e nonno di una meravigliosa e splendida famiglia. Giusto ricordarlo come amico, una persona speciale, solare, divertente e mai banale... il tutto con una umiltà ed una generosità come pochi. Lo conoscevo da 28 anni, ci siamo ritrovati questo febbraio e dopo un paio di birre e quattro battute, eravamo già una cosa sola. Una meravigliosa estate con diverse date ed un autunno iniziato bene: le basi per il 2024 erano solide. Un progetto sognato, desiderato e voluto da entrambi. Oltre a questo c'era un legame particolare, sincero, forte.  Maurizio è per me più di un amico, di un collega, di un 'fratello'. Mi completava e io completavo lui. Maurizio mi manca, terribilmente, non ho mai provato un senso di vuoto così intenso dentro di me. Andrò avanti, perché così vuole la vita, ma l'avventura dei Doi de Mo finisce stasera, come il sogno di una notte di mezza estate".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondo della musica in lutto: è morto Maurizio Felicetti

TrentoToday è in caricamento