Precipita nel vuoto alla partenza della ferrata: morto giovane escursionista

Incidente mortale sulla Ferrata delle Aquile, il 32enne è precipitato sotto gli occhi degli amici. Inutile, purtroppo, l'intervento del Soccorso Alpino

Domenica tragica sulle montagne trentine: un alpinista ha peso la vita sulla Ferrata delle Aquila, famoso percorso attrezzato della Paganella. L'incidente, però, non è avvenuto lungo il tracciato bensì alla partenza. Il ragazzo non si era ancora agganciato, ha perso l'equilibrio ed è precipitato nel vuoto. Un volo di 300 metri che non gli ha lasciato scampo. 

La vittima è Emanuele Rastelli, medico di 33 anni

Il tragico incidente si è verificato verso il mezzogiorno di domenica 2 febbraio. La vittima è un 33enne di origini romane, residente a Bressanone. I compagni di escursione lo hanno visto precipitare dalle rocce in un canalone ghiacciati ed hanno immediatamente chiamato i soccorsi. Il 112 ha inviato sul posto l'elicottero con a bordo l'euipe medica del Soccorso Alpino. Purtroppo i soccorritori non hanno potuto fare altro che constatare il decesso e dare corso alle operazioni di recupero della salma, trasportata a valle fino alla camera mortuaria di Zambana.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coranavirus, supermercati presi d'assalto anche in Trentino

  • Un caso di Coronavirus in Alto Adige

  • Violenza sessuale, chiuso il bar H/àkka/. Lo staff: "Profondamente feriti, valuteremo se proseguire"

  • Tenta suicidarsi accoltellandosi ma poi 'si pente' e chiama i soccorsi: grave 26enne

  • Gravissimo incidente in A22, auto si schianta contro un tir: muore un uomo

  • Nuovo caso di coronavirus in Trentino: è una donna del Lodigiano in vacanza a Folgarida

Torna su
TrentoToday è in caricamento