menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus: morto fra Gianpietro della comunità dei Cappuccini di Trento

Il mondo della solidarietà trentina è in lutto: la mensa è rimasta un punt di riferimento anche in questi giorni di emergenza

La comunità dei Cappuccini di Trento è in lutto per la morte di fra Gianpietro Vignandel, da qualche tempo ricoverato in terapia intensiva per coronavirus. La notizia è circolata nel mondo del volontariato trentino: la Mensa della Provvidenza, gestita dai frati insieme a tantissimi volontari, è da sempre uno dei centri di riferimento dell'accoglienza in città ed anche in questi giorni di emergenza ha continuato a lasciare le porte aperte agli ultimi. 

Fra Gianpietro era risultato positivo al test già due settimane fa, negli ultimi giorni le sue condizioni si sono aggravate ed è stato necessario il ricovero in terapia intensiva all'ospedale di Rovereto. Nella notte tra venerdì 20 e sabato 21 marzo non ce l'ha fatta. Aveva una serie di patologie che avevano dato luogo ad una situazione clinica complessa.

"Quello che non avrei mai voluto fare purtroppo sono costretto a farlo. Il nostro fratello Gianpietro si è spento oggi. Che il Signore lo accolga nella pace eterna. Vorrei ricordarlo così come se stesse guardandoci dal cielo per proteggerci. Una preghiera per Gianpietro". Questo il messaggio diffuso dai confratelli.

Cordoglio da parte di tutta la città nel messaggio del Comune di Trento: "È mancato oggi a causa del Coronavirus Fra Pier, cuore tenero della Mensa della Provvidenza, impegnato a fornire pasti in prima linea assieme a Padre Massimo. A lui un pensiero di affetto e gratitudine da parte della città, dei volontari e di tutti quelli che lui ha servito, gli ultimi a cui ha sempre pensato". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando saluteremo il coprifuoco: le ipotesi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento