Boscaiolo trovato morto in Val de le Moneghe

Le ferite alla testa sono compatibili con l'impatto con un tronco, ma resta da capire se il giovane fosse da solo e quanto abbia eventualmente camminato dopo l'infortunio

E' di un ragazzo straniero, cittadino moldavo di 28 anni, il corpo ritrovato nei boschi della Val de le Moneghe, nel comune di Sagron Mis. Il ritrovamento è avvenuto nel pomeriggio di lunedì 19 novembre, verso le ore 14.

"Giallo" risolto: denunciato l'imprenditore bellunese

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco volontari del paese, insieme ai carabinieri di Imer, che in queste ore stanno vagliando diverse ipotesi. Il corpo presenta infatti ferite alla testa, forse fatali.

Secondo le prime ricostruzioni il 28enne sarebbe un boscaiolo, le ferite sono compatibili con l'impatto con un tronco caduto. Resta però da capire se il giovane si trovasse nel bosco da solo, e quanto si sia allontanato dal luogo dell'infortunio, probabilmente in cerca di aiuto, visto che nelle vicinanze del corpo non c'è traccia dell'albero caduto. 

E' stata aperta un'inchiesta: il sospetto è che qualcuno possa aver  spostato il cadavere forse per coprire il fatto, per ora da accertare, che il giovane, residente nel bellunese, fosse al lavoro in nero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Operazione «Maestro»: scacco matto dei carabinieri ai grossisti della droga

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Droga a Trento, maxioperazione all'alba: i carabinieri arrestano 23 persone

Torna su
TrentoToday è in caricamento