Cronaca

Il soccorso alpino recupera altri tre scialpinisti sul monte Bondone

Dalle Viote sul Monte Bondone erano partiti in discesa in fuori pista verso Lagolo quando si sono ritrovati in una zona molto impervia caratterizzata da salti di roccia

Foto di repertorio

Tre scialpinisti in difficoltà sono stati soccorsi nel primo pomeriggio di sabato 23 gennaio sul Monte Bondone, dal soccorso alpino e speleologico trentino.  Dalle Viote sul Monte Bondone erano partiti in discesa in fuori pista verso Lagolo quando, a una quota di circa 1.300 m.s.l.m. si sono ritrovati in una zona molto impervia caratterizzata da salti di roccia.

Uno di loro è scivolato su una placca di neve che lo ha trasportato una decina di metri più a valle, rimanendo incastrato tra arbusti sul bordo di un salto di roccia di circa 25 metri. Non riuscendo più a proseguire in autonomia hanno allertato il Numero Unico per le emergenze 112 intorno alle 13.15. 

Poiché non si conosceva l'esatta posizione dei tre scialpinisti, grazie ad un sorvolo sull'area l'equipaggio dell'elicottero è riuscito a individuarli. Sul posto sono stati verricellati il Tecnico di Elisoccorso e altri due soccorritori che si trovavano sul Monte Bondone per un'esercitazione. Una volta messi in sicurezza, i tre sono stati verricellati a bordo ed elitrasportati a valle. Per loro non è stato necessario il ricovero in ospedale. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il soccorso alpino recupera altri tre scialpinisti sul monte Bondone

TrentoToday è in caricamento