Accendono la stufa e vanno a dormire: famiglia di turisti intossicata dal monossido

Papà, mamma e due figli curati in camera iperbarica. E' successo a Roncone in una casa di villeggiatura

L'intervento dei Vigili del Fuoco di Roncone

Famiglia di villeggianti intossicata a Roncone. I quattro, mamma, papà e due figli, tutti bresciani, hanno acceso la stufa a legna all'interno di una casa di villeggiatura e sono andati a dormire. Ieri mattina, domenica 27 maggio, si sono risvegliati con evidenti sintomi di intossicazione. I Vigili del Fuoco di trento insieme a quelli di Roncone e di Pieve di Bono sono intervenuti con autorespiratori e esplosimentro. Individuata la causa della presenza di monossido sono scattate le operazioni per bonificare l'appartamento con ventole ed aspiratori. I quattro turisti, ora fuori pericolo, Sono stati soccorsi e trasportati alla camera iperbarica dell'Ospedale di Bolzano. 

Potrebbe interessarti

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Passo Gavia aperto: tra muri di neve e la strada che sembra un fiume

  • "Cavalli pelle e ossa, con gli zoccoli spezzati": la denuncia di Oipa Trentino

  • Alzheimer, nasce la Carta dei Diritti per chi si prende cura di un familiare

I più letti della settimana

  • Nuvole da fantascienza nei cieli di Trento: ecco di cosa si tratta

  • Suv va a fuoco in Autogrill, i proprietari: "Dentro avevamo valigetta con 9mila euro ed è sparita"

  • Trento, il cielo coperto di nuvole a bolle: ecco perché è successo

  • Aereo perde contatto radio: inseguito da un caccia nei cieli del Garda

  • Incidente mortale con la moto a Dimaro

  • Schianto contro un camion sul rettilineo: muore motociclista

Torna su
TrentoToday è in caricamento