Trento, vendono composto chimico 'moltiplicatore di banconote': denunciati

Nel pomeriggio di mercoledì 22 gennaio due truffatori hanno cercato di vendere a un negoziante un composto chimico che sarebbe stato in grado di trasferire banconote

Hanno cercato di vendere un nuovo modo di produrre denaro. È accaduto nel primo pomeriggio di mercoledì 22 gennaio a Trento, dove due persone si sono presentate al negozio di alimentari spacciando un particolare composto chimico come 'moltiplicatore di banconote'. Il commerciante però ha chiamato il 112 e i due protagonisti dell'episodio sono stati denunciati per tentata truffa. 

I malviventi hanno presentato il loro prodotto sostenendo che fosse la creazione di scienziati di fama mondiale, in grado di trasferire inchiostro e immagine di banconote vere, nella fattispecie da 50 euro, su fogli di carta pre-trattati, con un risultato eccellente, tanto da farli diventare identici alle originali.

Ma al secondo appuntamento il negoziante a cui era stato proposto il 'moltiplicatore di denaro' si è presentato con i carabinieri  della stazione dell’Altopiano della Vigolana che nella località di Gardolo hanno fermato e identificato i due truffatori, entrambi cittadini del Camerum residenti a Ferrara. Con sé avevano tutta l’attrezzatura presentata al negoziante e necessaria per proporre un semplice 'trucco ammaliante', che - eseguito con grande abilità manipolatrice - aveva consentito alla coppia di realizzare la 'duplicazione del denaro', previo una semplice sostituzione di ordinari fogli di carta, con altrettante banconote vere, senza che la vittima se ne accorgesse.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Gambero Rosso: in un "annus horribilis" il ristorante di Arco di Peter Brunel è la novità dell'anno

  • Centro sociale Bruno contro il nuovo parcheggio: "L'ex Italcementi diventi un parco"

Torna su
TrentoToday è in caricamento