Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca San Giuseppe / Via dei Muredei

Sveglia il condominio urlando minacce di morte armato di mannaia, arrestato

Nel cuore della notte è uscito in cortile, evidentemente ubriaco, urlando minacce di morte ai vicini di casa impugnando una manaia che avrebbe poi tentato di usare contro gli agenti intervenuti. Chiamati i rinforzi i poliziotti lo hanno disarmato e arrestato, moltelplici i capi d'accusa

Serata decisamente movimentata quella di ieri per gli abitanti di un condominio in via Muredei a Trento. Uno dei condomini, 30 anni cittadino tunisino, verso le 2 di notte è uscito nel cortile e si è messo a gridare minacce di morte contro vicini di casa brandendo una mannaia. Non si conosce il motivo dello scatto d'ira ma è sembra che l'alcol abbia contribuito a "scaldare" l'animo del soggetto, disarmato ed arrestato dagli agenti di due volanti. Molteplici le accuse a suo carico: dal disturbo alla quiete pubblica fino al tentato omicidio, passando per lesioni e minacce. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sveglia il condominio urlando minacce di morte armato di mannaia, arrestato

TrentoToday è in caricamento