Migranti, l'Austria torna a schierare uomini e mezzi al Brennero

Di fronte all'arrivo di circa 12mila migranti via mare in Italia nel giro di pochi giorni l'Austria torna a militarizzzare il Brennero: 750 soldati e 4 mezzi corazzati

Austria pronta a schierare l'esercito al Brennero: 750 uomini e 4 mezzi corazzati. La notizia è riportata dai maggiori quotidiani austriaci, e naturalmente è sttata ripresa dalla stampa italiana e tedesca. Secondo quanto dichiarato dal ministro della Difesa austriaco Peter Doskozil una presenza più consistente al valico meridionale servirebbbe a rinforzare i controlli di fronte ad un flusso di migranti provenienti dall'Italia che non accenna a diminuire. 

Il governatore altoatesino Arno Kompatscher: "Il fatto è da collegarsi alle elezioni previste in autunno in Austria, tutto sotto controllo" clicca qui...

Non è la prima volta che Vienna schiera contingenti militari al Brennero, e del resto la tanto discussa barriera serve proprio a questo: ad essere usata per controlli più stringenti in caso di un aumento incontrollato del numero di persone che vogliono entrare in Austria. La notizia arriva a pochi giorni dall'ennesima richiesta di aiuto all'EDuropa da parte dell'Italia, richiesta ribadita anche dal presidente Gentiloni alla conferenza di Roma: "L'Italia intera è mobilitata nell'accoglienza dei migranti e chiede condivisione in questa opera, necessaria se l'Europa vuole mantenere fede ai propri principi, storia e civilità e necessaria all'Italia per evitare che la situazione divenga insostenibile e alimenti reazioni ostili nel nostro tessuto sociale che finora ha reagito in modo esemplare dimostrando capacità di accoglienza e coesione"
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lotteria degli scontrini dal primo dicembre (e il cashback in arrivo)

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Preore, un'altra tragedia stradale: muore una 16enne, altri 3 giovani in gravi condizioni

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Il Dpcm delle regole di Natale 2020 cambia verso: niente eccezioni per nonni, genitori e figli

  • Tragedia a Preore, auto esce di strada: è deceduta una persona

Torna su
TrentoToday è in caricamento