Cronaca Centro storico / Via Antonio Rosmini

Irregolarità nei contributi del Natale dei Popoli: congelati 192mila euro di fondi

Accolto il ricorso dell'Antitrust dopo la segnalazione del dj Ago Carollo, il Comune: "Non si tratta di trasparenza"

Irregolarità nell'assegnazione di contributi per il mercatino di Natale di Rovereto, chiamato Natale dei Popoli. Il Tar di Trento ha accolto il ricorso dell'Antitrust a sua volta nato da una segnalazione del dj roveretano Agostino Carollo,nel nome del "pluralismo dei soggetti che promuovono cultura". Il Natale dei Popoli è infatti assegnato ogni annoal Consorzio Rovereto In Centro, senza gara pubblica.

I fondi in questionesono congelati: 192mila euro, in attesa di una revisione del regolamento. Ma un'altra importante conseguenza è la revisione di tutto il regolamento comunale in materia che causerà non poche difficoltà ad enti ed associazioni nell'organizzazione di eventi. Come specifica il Comune in una nota difusa in seguito alla sentenza il Tar ha annullato la delibera 190 del Consiglio comunale, con la quale si erogavano i contributi, e l'articolo 6 del Regolamento comunale.

Non una questione di trasparenza dunque ma di modus operandi: come si legge nella stessa sentenza del Tar lo stesso regolamento “disciplina adeguatamente, sotto il profilo della trasparenza e della pubblicità dell’azione amministrativa, il procedimento da seguire per la concessioni degli ausili economici”. 

"Alla luce di queste dettagliate e puntuali motivazioni - si legge nella nota - il Comune di Rovereto è già al lavoro per una valutazione degli effetti di quanto affermato dal Tribunale di Giustizia Amministrativa e per garantire lo svolgimento delle manifestazioni che hanno positivamente caratterizzato la città, tra cui le iniziative del Natale, proprio perché ritiene le stesse «di indubbia valenza e di interesse collettivo". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Irregolarità nei contributi del Natale dei Popoli: congelati 192mila euro di fondi

TrentoToday è in caricamento