rotate-mobile
Cronaca

A Trento 5 mila arrivi per l'Immacolata, aumento del 20% sul 2013

Hanno funzionato le numerose azioni di marketing e promo-commerciali on line, gli accordi con Innsbruck e Ausburg, le numerose presenze a workshop e fiere, dove sono stati distribuite oltre 50.000 brochure

Le proiezioni dei dati riferiti al ponte dell’Immacolata – dal 5/12 all’8/12/2014 -  negli esercizi alberghieri ed extralberghieri dell’ambito turistico Trento Monte Bondone Valle dei Laghi, esclusi alloggi privati e seconde case (b&b, affittacamere, case per ferie, agritur, case vacanze e ostello) evidenziano circa 5.000 arrivi con oltre 13.000 presenze stimate, un 20% in più rispetto allo scorso anno, che era in linea con la media degli ultimi anni. Hanno funzionato le numerose azioni di marketing e promo-commerciali on line, gli accordi con Innsbruck e Ausburg, le numerose presenze a workshop e fiere di settore alle quali sono stati distribuiti tra la nuova mappa del Natale e i materiali dedicati oltre 50.000 copie. 

Domenica pomeriggio molte persone arrivate con l’idea di rientrare in giornata a casa hanno invece deciso di fermarsi e APT ha trovato loro la disponibilità. A parte chi aveva acquistato il pacchetto specifico “La Magia del Mercatino di Natale” la novità sono le tante persone arrivate per restare un giorno, ma poi rimaste.  Nell'ambito turistico di competenza dell’APT – Trento, Monte Bondone, Valle dei Laghi abbiamo occupato circa diecimila posti letto, poi molti posti letto delle zone confinanti, Val di Cembra, Val di Non e Piana Rotaliana.  Tutto esaurito anche il Monte Bondone pur in mancanza di neve.

Nel Ponte dell’Immacolata la provenienza rilevata è stata diversa giorno per giorno: lunedì è stata la volta di arrivi dalla Lombardia, Piemonte, Toscana e Catania e dall'estero Brasile, dopo Germania, Austria, Svizzera e Polonia; domenica gli stranieri sono arrivati da Austria e Germania, gli italiani da Puglia, Calabria, Campania e da Roma; sabato svizzeri e polacchi, con lombardi, veneti ed emiliani che primeggiano tra i turisti italiani.

Il successo deriva dal fatto che non è stato visitato solo il Mercatino di Natale, ma è stato ottimo il riscontro dell'offerta artistico-culturale: domenica il MUSE – Museo delle scienze ha stabilito il primato d'ingressi dalla sua apertura con 3409 visitatori. L'effetto Trento ha fatto da traino anche per le manifestazioni collaterali: “La Notte degli Alambicchi” di Santa Massenza ha stabilito il suo record con 1200 presenze complessive nelle tre giornate nelle quali si è svolta la tradizionale manifestazione. Da evidenziare anche il successo dei Treni Storici Speciali per il Mercatini di Natale di Trento organizzati dalla nostra APT Trento che nelle domeniche 23 e 30 novembre e 07 dicembre hanno portato a Trento da Milano, Bergamo e Brescia oltre 1.500 appassionati in visita al Mercatino di Natale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Trento 5 mila arrivi per l'Immacolata, aumento del 20% sul 2013

TrentoToday è in caricamento