Mensa universitaria, gara pilotata: indagati due professori e cinque architetti

Due docenti dell'Università di Trento e cinque giovani professionisti indagati con l'accusa di aver pilotato incarichi per 18.000 euro

Terremoto all'Università di Trento. Sono sette gli indagati, tra cui due docenti e cinque giovani architetti, che dovranno rispondere del reato di "turbamento degli incanti" nella gara di progettazione della nuova mensa dell'ateneo a Trento Fiere.

Ammonta a 18.000 euro l'entità degli incarichi che i sette, secondo l'accusa, si sarebbero "spartiti". Una cifra  non certo astronomica, a l'accusa è pesante: aver pilotato la gara per ottenere l'incarico.

Accusa ancor più grave dal momento che si tratta di persone interne all'Università. Tra gli indagati figura anche il professor Mosè Ricci, uno dei docenti più conosciuti della Facoltà di Mesiano, dove insegna progettazione ed architettura del paesaggio presso il Dipartimento di Ingegneria Civile e Ambientale. Per lui  la Procura ha richiesto l'inerdizione dai pubblici uffici per un anno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

  • Trento, spacciatore sfida la polizia: «Sapete che sono uno spacciatore, ma oggi con me non lavorate». Arrestato in piazza

  • Poche speranze per gli impianti sciistici, anche se l'Rt è in calo: arrivano i ristori

  • Gambero Rosso: in un "annus horribilis" il ristorante di Arco di Peter Brunel è la novità dell'anno

Torna su
TrentoToday è in caricamento