rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Via Tomaso Gar

Nuova mensa universitaria: il no di baristi e ristoratori

Netta contrarietà di Confcommercio alla nuova mensa di Trento Fiere, i presidenti Fontanari e Buratti propongono invece buoni pasto da usare nei bar

Una nuova mensa universitaria a Trento metterebbe in crisi il lavoro di bar e ristoranti cittadini: è quanto sostengono i presidenti di ristoratori e pubblici esercizi della Confcommercio trentina. Il no di Fontanari e Buratti alla nuova mensa nell'area di Trento Fiere, da poco ceduta dalla Provincia all'ateneo, dà voce alle perplessità di tanti imprenditori del settore che propongono, anzichè un servizio offerto direttamente dall'Opera, dei "buoni pasto" per gli studenti da spendere nei locali priati.

"Si pensi a creare una rete di locali convenzionati che completino e arricchiscano le possibilità per gli studenti trentini - afferma Buratti -. Ciò avrebbe effetti virtuosi da più punti di vista, sia sotto il profilo economico, perché genererebbe un volano sulle attività di somministrazione di bevande ed alimenti dell’intero territorio comunale, ma anche sotto il profilo sociale, perché consentirebbe agli studenti di vivere maggiormente la città e integrarsi in essa".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova mensa universitaria: il no di baristi e ristoratori

TrentoToday è in caricamento