Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Centro storico / Piazza Dante

Mascherine obbligatorie per fare la spesa: ecco dove trovarle in attesa della distribuzione

Fugatti: "Ne distribuiremo 150.000 mascherine nei supermercati, non sono usa e getta". Lunedì si potranno prendere al supermercato, l'obbligo scatta martedì

Mascherine obbligatorie per andare a fare la spesa. La novità lanciata dal presidente della Provincia Maurizio Fugatti è stata confermata nella quotidiana conferenza stampa di aggiornamento domenica 5 aprile. Chi non ha le mascherine le troverà direttamente al supermercato: la Protezione Civile provinciale ne distribuirà 150.000 in tutti i supermercati trentini lunedì 6 aprile.

Mascherine: lunedì nei supermercati, poi la distribuzione

L'obbligo, dunque, diventerà effettivo martedì 7 aprile. Il presidente Fugatti ha anche detto che "non si tratta di mascherine usa e getta, le persone le utilizzeranno di nuovo quando torneranno a fare la spesa". Un concetto sottolineato anche dal direttore dell'Azienda sanitaria Paolo Bordon: "E' chiaro che per quanto riguarda i nostri operatori la mascherina viene buttata, altro discorso è l'uso che se ne fa per entrare in un supermercato".

"Evidentemente - prosegue Bordon - non è necessario indossarla in casa e dunque, se conservata con delle modalità corrette è riutilizzabile. E' anche possibile sanificarle con alcol, secondo le indicazioi fornite dall'Istituto Superiore della Sanità. Non si deve fare assolutamente: darla ad un altro familiare. Attenzione, non ci deve essere un accaparramento: nei supermercati saranno distribuite una per cliente, poi i Vigili del Fuoco assicureranno la distribuzione di due per persona".

Una prima mossa in attesa delle mascherine che saranno distribuite a tutti, casa per casa. L'annuncio era stato dato da Fugatti mercoledì scorso. Un'operazione non facile: "riteniamo che la distribuzione avrà dei tempi veloci, domani incontreremo i Vigili del Fuoco e l'idea è di consegnarle a loro per la distribuzione in ogni comune, due per persona" ha chiarito il presidente.

Coronavirus in Trentino: i dati aggiornati

I numeri della pandemia in Trentino vedono altri 7 decessi e 58 nuovi contagi nelle ultime 24 ore. Numeri in calo, ma "sono sempre numeri negativi, per noi ogni decesso è una notizia negativa" ha detto il governatore. Il numero di persone in terapia intensiva è stabile: attualmente 80 pazienti, che significa un margine di circa 20 posti liberi nei reparti di Trento, Rovereto e Cles dopo l'ampliamento che ha portato a triplicare i posti di terapia intensiva in Trentino. 

I casi registrati in Trentino dall'inizio dell'emergenza sono 3042, di cui 301 nelle case di riposo, 151 nelle case cura e 15 nelle cosiddette "strutture intermedie". Più della metà dei pazienti Covid rimangono a casa: 1643 persone sono curate a domicilio, ovviamente in isolamento, mentre attualmente quelle ricoverate sono 352, di cui 80 in terapia intensiva. "Aspettiamo per scaramanzia i prossimi giorni ma possiamo dire che l'emergenza, per quanto riguarda le terapie intensive, è passata" ha detto il direttore Bordon. I pazienti dichiarati guariti sono 273. Il numero totale delle vittime è di 217 dall'inizio della pandemia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mascherine obbligatorie per fare la spesa: ecco dove trovarle in attesa della distribuzione

TrentoToday è in caricamento