menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mascherina all'aperto, Fugatti: "Non contestiamo ma vogliamo più autonomia decisionale"

"Se si tratta di indossare la mascherina in presenza ravvicinata di non conviventi non ci sentiamo di contestare, crediamo che i territori possano prendere decisioni autonome"

E' atteso nella serata di mercoledì 7 ottobre il confronto Stato-Regioni, ovviamente anche con le due province autonome, sulle nuove misure anti-contagio decise dal Governo. In particolare sull'obbligo della mascherina all'aperto

Fugatti: "Se ci saranno altre restrizioni vogliamo dire la nostra"

"Se la decisione sarà quella di rendere le mascherine obbligatorie solamente "a contatto", cioè in presenza ravvicinata di non conviventi, è un'iniziativa che non ci sentiamo di contestare. Altra cosa saranno eventuali altre restrizioni, in quel caso vogliamo avere la possibilità di dire la nostra" si è limitato a commentare il governatore trentino Maurizio Fugatti in attesa, appunto, di sapere come le norme saranno interpretate.

Riaperto il reparto covid a Rovereto

Quel che è certo è che non sembra essere sepolta la richiesta di autonomia decisionale che ha caratterizzato tutta la fase del lockdown e oltre. "Crediamo che le autonomie debbano essere messe in condizione di scegliere qualcosa di diverso rispetto a quello che fa il governo, perchè il messaggio che passa è quello di non permettere regole diverse da quelle del governo, crediamo invece che i territori possano fare scelte autonome" ha detto Fugatti.

Mascherina all'aperto: ecco cosa dice la norma

"I dati di oggi sono stabili rispetto a quelli degli ultimi giorni però dobbiamo comunque rilevare che a fronte della situazione che è andata peggiorando oggi è stato riaperto il reparto covid a Rovereto". Questo il commento rispetto al bollettino covid in Trentino di mercoledì 7 ottobre che vede 32 nuovi casi e 20 ricoverati. "Se tutti fossimo sicuri che questi contagiati di oggi non si trasformeranno in terapie intensive ci sentiremmo di dire che siamo di fronte a malati che poi guariscono, ma nessuno oggi ce lo può garantire" ha concluso il governatore. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Due nuovi vaccini anti-Covid in arrivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento