Cronaca

Recuperati nella notte 5 alpinisti disorientati sulla via Don Quixote

Poco prima delle 21, non essendo attrezzati per passare la notte in parete, hanno allertato la Centrale veneta del Suem che ha attivato la Centrale Unica Emergenza chiedendo collaborazione

L'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites

Si è concluso intorno alle 1 di notte di sabato 11 settembre l'intervento in soccorso di cinque alpinisti stranieri, due slovacchi del 1952 e del 1956, due cechi del 1989 e un ceco del 1967, sulla via Don Quixote, parete sud della Marmolada. I cinque uomini si sono attardati lungo la via e al terzultimo tiro, a una quota di circa 3.100 m.s.l.m., con l'arrivo del buio non sono stati più in grado di proseguire. Poco prima delle 21, non essendo attrezzati per passare la notte in parete, hanno allertato la Centrale veneta del Suem che ha attivato la Centrale Unica Emergenza chiedendo collaborazione. 


Il Coordinatore dell'Area operativa Trentino settentrionale del Soccorso Alpino e Speleologico ha attivato la Stazione Alta Fassa con sei uomini che hanno raggiunto la piazzola a Canazei, pronti per essere portati in quota dall'elicottero. Causa vento l'elicottero di Trentino Emergenza non è decollato da Trento. È stato fatto intervenire l'elicottero dell'Aiut Alpin Dolomites che ha recuperato a bordo a Canazei un operatore e tecnico di elisoccorso. Saliti in quota, il soccorritore è stato verricellato in parete e, con tre verricelli da 40 metri, ha recuperato a bordo i cinque alpinisti. Illesi, sono stati portati a valle a Canazei. Per loro non è stato alcun ricovero in ospedale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recuperati nella notte 5 alpinisti disorientati sulla via Don Quixote

TrentoToday è in caricamento