rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
La tragedia / San Giuseppe / Via Monte Baldo

Maria Teresa Marconi era morta da diversi giorni

Maria Teresa Marconi si era allontanata di prima mattina lo scorso 25 agosto dalla sua abitazione. Per gli inquirenti non ci sono dubbi su come siano andate le cose. La salma è a disposizione della famiglia

Maria Teresa Marconi era morta da giorni quando è stata ritrovata da un dipendente di Rfi (Reti ferroviarie italiane) all’interno di un locale tecnico della stazione ferroviaria di Trento. A dare questa certezza è il fatto che il corpo era in un avanzato stato di decomposizione. Il medico legale intervenuto sul posto poi ha potuto constatare come la donna non avesse nessun segno di violenza o di colluttazione. Questo ha portato gli inquirenti della polizia a chiudere subito il caso. Marconi è morta per cause naturali.

Ma che ci faceva la 76enne in un posto così isolato, in un locale nel quale avevano interesse a entrare solo agli addetti ai lavori? La donna era uscita di casa lo scorso 25 agosto e poi aveva fatto perdere le proprie tracce. Secondo gli inquirenti la donna non ha più ritrovato la via di casa, si è persa ed è finita lì dove si presume sia morta di stenti.

L’allarme è scattato questa mattina, lunedì 4 settembre, poco prima della 9:00 quando l’operatore di Rfi ha chiamato la polizia ferroviaria. Immediato l’arrivo sia della scientifica che del medico legale. Nessun segno di violenza, nessuna traccia di altre persone o segni di colluttazione. Niente. Tanto che il pm di turno ha subito riconsegnato la salma della donna ai suoi familiari.

Maria Teresa Marconi ritrovata dopo dieci giorni

Maria Teresa Marconi si era allontanata di prima mattina lo scorso 25 agosto dalla sua abitazione in via Nicolodi per recarsi al centro diurno a cui faceva visita quotidianamente, ma alla fermata della navetta dei servizi sociali non c’era. Il nipote ha sporto denuncia poco dopo ai carabinieri, le cui ricerche non hanno mai dato frutti.

Alta un metro e 55, l’anziana portava un paio di occhiali e la mattina della scomparsa indossava un abito a fiori con bordo azzurro e delle Birkenstock rosse. Con sé non ha né telefono né documenti. Sarebbe stata vista per l’ultima volta nella zona di Trento sud, in via Jedin, e i familiari non avevano escluso potesse trovarsi in uno stato confusionale. Le ricerche erano state estese anche alla valle di Fiemme, dove Maria Teresa ha una casa, a Ziano, e diversi parenti e conoscenti a Predazzo. Ma l’anziana non si è mai allontana da Trento. È entrata in quei pochi metri quadrati di via Monte Baldo e da lì non è più uscita.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maria Teresa Marconi era morta da diversi giorni

TrentoToday è in caricamento