La dinamica

Margherita Lega è rimasta impigliata, poi è precipitata nel vuoto per 100 metri

É successo a Calasca Castiglione, in Valle Anzasca. Inutili i soccorsi

Margherita Lega, 41enne di Trento, è morta in un drammatico incidente durante una vacanza di famiglia sulle montagne del Piemonte. Secondo quanto riporta NovaraToday, la donna sarebbe rimasta impigliata in una teleferica mentre cercava di raggiungere una baita nel territorio di Calasca Castiglione, nella Valle Anzasca (provincia di Novara). 

Agganciata e trascinata nel vuoto dalla teleferica

La teleferica, non adibita al trasporto di persone ma esclusivamente di attrezzature, avrebbe agganciato la 41enne per i vestiti mentre era intenta a sistemare dei bagagli, e sarebbe partita trascinando con sé la donna, che dopo essersi retta per alcuni istanti avrebbe ceduto la presa precipitando nel vuoto per oltre 100 metri, il tutto davanti agli occhi del marito e dei due figli piccoli.

Sul posto sono giunti gli operatori del 118 insieme al soccorso alpino di Valdossola e ai vigili del fuoco, ma per Margherita non c'era orma più nulla da fare. Il suo corpo è stato recuperato in un dirupo ad alcune decine di metri di distanza dalla teleferica. L'esatta dinamica dell'incidente resta da verificare, intanto è stato disposto il sequestro dell'impianto per accertare che fossero state prese tutte le misure di sicurezza ed è stato portato in caserma per essere ascoltato l'operatore che ha avviato la teleferica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Margherita Lega è rimasta impigliata, poi è precipitata nel vuoto per 100 metri
TrentoToday è in caricamento