Mercoledì, 12 Maggio 2021
Cronaca Centro storico / Via Francesco Petrarca

Obbligo di mantenimento dei figli: a Trento 200 violazioni in tre anni

Dal 2013 la polizia locale ha il compito di vigilare sulle violazioni segnalate all'Autorità giudiziaria, anche per permettere l'erogazione dell'assegno provinciale: 200 i casi scoperti in tre anni a Trento

Crescere i figli dando loro assistenza materiale e morale dovrebbe essere un fatto naturale, così come provvedere agli stessi bisogni, materiali e morali, del coniuge, ma è naturalmente anche un obbligo previsto dal Codice civile e come tale, purtroppo, è soggetto a violazioni. Sono circa 200 i casi registrati a Trento dal 2013 ad oggi, seguiti, oltre che dal Servizio attività sociali, dalla Polizia municipale che svolge gli accertamenti per sottrazione all'obbligo di assistenza morale e materiale nei confronti dei figli o del coniuge.

Una volta segnalato l'illecito penale la polizia municipale svolge accertamenti ed indagini, e dal 2013 ha anche il compito di ricevere le domande di accesso all'anticipazione dell'assegno di mantenimento, erogato dalla Provincia che sopperisce così agli obblighi del genitore che non paga, che viene segnalato all'autorità giudiziaria. Si tratta di un compito molto delicato affidato alla polizia locale: accanto a situazioni di liti familiari e di seprazioni vi sono infatti anche situazioni di indigenza in cui i genitori non riescono a provvedere al mantenimento economico dei figli.

Vi sono poi casi di false dichiarazioni per quanto riguarda la residenza o il reddito, finalizzate ad ottenereillegittimamente l0alloggio pubblico o il canone moderato. Anche in questi casi intervengono i vigili: nel 2015 sono state deferite all'Autorità giudiziaria62 persone per falso ideologico e 20 per false attestazioni a pubblico ufficiale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Obbligo di mantenimento dei figli: a Trento 200 violazioni in tre anni

TrentoToday è in caricamento