Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

Salvato dalla madre. Sono troppo pochi i genitori che conoscono la manovra, essenziale in questi casi

Salvato dalla prontezza e dalla competenza della madre. E' stata infatti la manovra pediatrica di disostruzione delle vie respiratorie (variante per bambini della famosa "manovra di Heimlich") a salvare la vita ad un bambino di 4 anni che aveva ingerito una ciliegia con il nòcciolo. E' avvenuto a Riva del Garda, nel pomeriggio di domenica 31 maggio.

L'allarme è arrivato alla Centrale Unica attorno alle 16, ma quando i soccorritori sono arrivati la madre aveva già praticato la manovra, salvando così la vita al figlio. Il bambino è stato poi trasportato per accertamenti all'ospedale di Arco. Ancora una volta la manovra salva-vita si è rivelata fondamentale.

Rischio soffocamento: cosa fare

Troppo spesso le manovre salvavita rimangono mere sconosciute quando invece un primo intervento può "fermare il tempo" e riuscire a bloccare il danno cerebrale della vittima. Secondo le 'Linee di indirizzo per la prevenzione del soffocamento da cibo in età pediatrica', redatte dal ministero della Salute, "il soffocamento da corpo estraneo rappresenta un problema rilevante di salute pubblica". E' "una delle principali cause di morte nei bambini di età inferiore ai 3 anni, ma la quota di incidenti rimane elevata fino ai 14 anni. Viene stimato che in Europa, ogni anno, 500 bambini muoiano soffocati. In Italia è stato osservato negli ultimi 10 anni (il testo è del 2017, ndr) un trend stabile, con circa mille ospedalizzazioni all'anno".

Nelle Linee di indirizzo si spiega inoltre che i cibi potenzialmente pericolosi "condividono particolari caratteristiche di forma, consistenza e dimensioni". Riguardo a queste ultime, "sia gli alimenti piccoli (ad esempio noccioline e semi) che quelli troppo grandi (grossi pezzi di frutta e verdura cruda) sono pericolosi" perché "i primi rischiano di finire nelle vie respiratorie prima che il bambino riesca a morderli, mentre i secondi sono difficili da gestire durante la masticazione". Quanto alla forma, "quella tonda (ad esempio ciliegie e uva) e quella cilindrica (würstel e carote)" sono le più insidiose perché i cibi con questa foggia, "se aspirati, possono bloccarsi nell'ipofaringe ostruendo completamente il passaggio dell'aria".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Relativamente alle consistenze, infine, le più a rischio "con differenti meccanismi" sono "quella dura, quella appiccicosa (ad esempio il burro d'arachidi), quella fibrosa (sedano) e quella comprimibile (würstel e marshmallow)". Per evitare incidenti sarebbe meglio che il bambino mangiasse sempre a tavola, seduto con la schiena dritta. Non deve mangiare mentre gioca, è distratto dalla tv o da videogiochi, è in movimento, corre o si trova in auto: meglio creare un ambiente rilassato e tranquillo, evitare distrazioni e non dargli alimenti se sta piangendo o ridendo. Qui potete trovare una serie di informazioni utili riguardo alla manovra di disostruzione delle vie respiratorie. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'orso si avvicina all'escursionista e lo segue: l'incontro è avvenuto in Val di Non

  • Dramma in montagna: ricercatore dell'Università di Trento cade in un crepaccio

  • Coronavirus, rientra in Italia senza fare quarantena e dà una festa: focolaio in Trentino

  • Viveva in Trentino e aveva circa 20 anni il ragazzo trovato morto su un treno

  • Allerta meteo in Trentino: in arrivo nubifragi e grandine

  • Trovato il corpo senza vita di un giovane sopra al treno proviente da Trento

Torna su
TrentoToday è in caricamento