rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Il punto

Resta allerta massima in Trentino per il maltempo e ora arriva anche la neve

I vigili del fuoco hanno ricevuto 109 richieste di aiuto in appena dodici ore. In tutto 55 eventi che hanno richiesto l'attivazione di personale di 56 corpi dei pompieri tra permanenti e volontari.

In Trentino nelle ultime 48 ore sono cadute mediamente fra i 50 e i 100 millimetri di pioggia, con un picco massimo di 133 millimetri a Tremalzo. Ora però le piogge si stanno attenuando e l’acqua sta lasciando spazio alla neve, che è già cominciata a cadere sul Brennero ma anche nella Val di Sole, da dove arrivano immagini del paesaggio imbiancato. La quota neve, inizialmente oltre i 1.800 m circa e localmente a quote inferiori, si è repentinamente innalzata oltre 2.500 m al tardo pomeriggio sera di ieri per poi calare gradualmente nella scorsa notte. Lo comunica la Provincia autonoma di Trento.

Arriva la neve in val di Sole, le immagini sono spettacolari

Questo non significa che si debba abbassare la guardia perché resta alta l’allerta maltempo fino alla mezzanotte di venerdì 3 novembre. Infatti nelle prossime ore saranno ancora possibili precipitazioni sparse e intermittenti. Nella prossima notte Meteotrentino prevede una bassa probabilità di precipitazioni con temperature in calo. Tra sabato e domenica sono probabili moderate precipitazioni con la quota neve inizialmente oltre i 1.500 metri in aumento.

Dunque resta in allerta non solo il sistema di protezione civile della Provincia di Trento ma anche i vigili del fuoco che, dalle 20:00 di giovedì alle 8:00 del mattino di venerdì 3 novembre, hanno ricevuto 109 richieste di aiuto. In tutto 55 eventi che hanno richiesto l'attivazione di personale di 56 corpi dei pompieri tra permanenti e volontari. Sono molto impegnati anche i vigili del fuoco dell'Alto Adige, non solo con i primi disagi alla circolazione dei mezzi a causa della neve ma anche per le diverse cantine e parcheggi sotterranei allagati dalle piogge. 

Venerdì mattina, dopo un sopralluogo da terra e con l'elicottero da parte di un geologo, è stata riaperta la strada provinciale 90 Destra Adige, che era stata chiusa nella notte tra Romagnano e Aldeno a causa di crolli rocciosi. Durante la notte i geologi della Provincia sono stati impegnati in alcuni interventi di verifica di situazioni di potenziale rischio, per crolli, trasporti di detriti e smottamenti. L'attività proseguirà oggi e nei prossimi giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Resta allerta massima in Trentino per il maltempo e ora arriva anche la neve

TrentoToday è in caricamento