Maltempo: allerta da "arancione" a "gialla", fiume Adige costantemente monitorato

Allerta parzialmente rientrata dopo due giorni di pioggia quasi ininterrotta, gli effetti del maltempo però potrebbero farsi sentire anche oggi

L'Adige domenica 30 agosto, foto del nostro lettore Piergiuseppe Dallapè

Rimane alta l'attenzione all'evolversi della situazione meteorologica in Trentino, anche se l'allerta passa da "arancione" a "gialla". In particolare i corsi d'acqua sono sotto stretta sorveglianza da parte della Protezione Civile. Non solo i grandi fiumi come l'Adige (che nella notte ha raggiunto i 4,77 metri) ed il Sarca (2,78 metri), ma anche i loro affluenti ed i torrenti minori. 

Sarca in piena: "Mai così alto, peggio di Vaia"

Dopo quasi tre giorni di pioggia ininterrotta gli effetti del maltempo potrebbero farsi sentire ancora: non si escludono fenomeni quali smottamenti e frane. Non è tutto: sebbene l'allerta sia parzialmente rientrata si prevede una ripresa del maltempo in serata, con forte vento, temporali e rischio grandine a seconda delle zone. 

L'autostrada A22, bloccata all'altezza di Egna domenica, è stata riaperta. Riaperta anche la sp 90 dopo l'allagamento della galleria di Chiusole. Come detto rimangono chiuse le piste ciclabili lungo il Sarca e l'Adige. Per quanto riguarda le ferrovie si segnala la chiusura della Trento-Malè fino a martedì 1 settembre. Le corse saranno sostituite da autobus secondo i normali orari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Stelle Michelin: due novità e sette conferme in Trentino

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

Torna su
TrentoToday è in caricamento