Madonna di Campiglio, trasforma appartamento in centrale dello spaccio per turisti: arrestato

Un 36enne forniva hashish e marijuana ai ragazzi in vacanza nella località

Aveva adibito un appartamento in una posizione strategica a vera e propria centrale per lo spaccio. L'episodio a Madonna di Campiglio, dove un 36enne è stato accusato con l'accusa di spaccio di stupefacenti.

L'uomo, 36enne residente nel Comasco, forniva hashish e marijuana ai turisti più giovani del luogo. I carabinieri di Riva del Garda nell'abitazione della cittadina hanno sequestrato 230 grammi di stupefacente, oltre al materiale per il confezionamento e la vendita, risultato idoneo a ricavare circa 3mila dosi di sostanza. 

Il 36enne è stato fermato a Erba e messo agli arresti domiciliari. Nei prossimi giorni sarà interrogato dall'autorità giudiziaria lombarda. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rubano l'acqua del Comune per le fragole ma prosciugano l'acquedotto: danno da 220.000 euro

  • Valfloriana: auto e moto a fuoco dopo lo schianto, una persona ha perso la vita

  • Covid, picco di contagi in Trentino: 76 nelle ultime 24 ore

  • Valfloriana, incidente mortale: motociclista muore carbonizzato

  • Coronavirus: 32 nuovi casi, ci sono altri 3 contagiati nelle scuole

  • Studente positivo asintomatico: isolati compagni di classe ed insegnanti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrentoToday è in caricamento