Lupo trovato morto nei boschi di Folgaria

La carcassa di un grosso lupo è stata trovata da alcuni operai forestali, indagini in corso per stabilire la causa del decesso

Immagine di archivio

Sono in corso gli accertamenti per stabilire le cause della morte del lupo ritrovato senza vita nei boschi di Folgaria. A trovare la carcassa sono stati degli operai forestali che si trovavano in località Virti per il recupero degli alberi abbattuti durante il maltempo dell'autunno scorso. Sicuramente il lupo è morto diversi giorni fa.

Sulle cause della morte per ora solo ipotesi: potrebbe essere stato investito oppure morto per cause naturali. Il luogo del ritrovamento non si trova vicino a strade: l'animale potrebbe essere morto dopo qualche tempo in seguito alle lesioni riportate, oppure qualcuno potrebbe aver spostato il corpo. Nel caso di un decesso naturale l'ipotesi è che l'animale potrebbe essersi rotto una zampa cadendo e, impossibilitato a cacciare, sarebbe poi morto per fame. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come detto le indagini sono in corso. Il caso è stato segnalato dalle forze dell'ordine al Centro Zooprofilattico delle Tre Venezie, che ha inviato esperti sul posto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidenti, schianto violentissimo con un cervo: morto motociclista

  • Frecce Tricolori sui cieli di Trento: ecco quando vederle

  • Frecce Tricolori sopra Trento: quando vederle

  • Tentano di entrare in Italia illegalmente. l'Austria non li riprende, portati in Questura a Bolzano

  • L'orso e il ragazzo, la Provincia: "Il video è vero, comportamento esemplare"

  • Aumentano i contagi, 3 decessi. Fugatti: "Riapriremo gli asili l'8 giugno"

Torna su
TrentoToday è in caricamento