rotate-mobile
Cronaca Centro storico / Via Giuseppe Gilli

Lingua straniera alla scuola d'infanzia: apprendimento spontaneo

Essere esposti ad un ambiente comunicativo multilingue provoca un apprendimento spontaneo delle parole in un'altra lingua da parte dei bambini fin dalla scuola d'infanzia. Non si tratta di imparare, ma di essere sensibilizzati alla lingua straniera, lo afferma una ricerca dell'Università Ca' Foscari che ha coinvolto 200 bambini delle scuole d'infanzia trentine

Imparare una lingua straniera richiede studio ed esercizio, ma in età prescolare il contatto con le lingue può avvenire in modo giocoso e spontaneo. Per i bambini più piccoli non si tratterebbe quindi di imparare una lingua, bensì di esser "sensibilizzati" ad essa e ciò creerebbe comunque una vera e propria competenza linguistica. E' quanto afferma uno studio di Michele Daloiso dell'Università Ca' Foscari di Venezia che ha coinvolto circa 200 bambini e bambine delle scuole d'infanzia trentine di San Martino, Povo, Gardolo e Cles. In queste scuole d'infanzia si è creato un ambiente comunicativo che includesse l'inglese ed il tedesco oltre all'italiano: la reazione dei piccoli è stata quella di apprendere spontaneamente l'uso corretto di alcune parole. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lingua straniera alla scuola d'infanzia: apprendimento spontaneo

TrentoToday è in caricamento