rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca

Caso Pedri, licenziato l'ex primario di ginecologia Saverio Tateo

Confermata la richiesta del comitato dei garanti. Il medico annuncia ricorso

È ufficiale il licenziamento di Saverio Tateo, ex primario di ginecologia dell'ospedale Santa Chiara di Trento. Il provvedimento, come riporta la Tgr Rai, era stato richiesto dal comitato dei garanti dell'Azienda provinciale per i servizi sanitari, sulla base dei rapporti tra il personale all'interno del reparto dell'ospedale del capoluogo.

L'ex primario, indagato per maltrattamenti insieme alla vice Liliana Mereu, ha annunciato ricorso al giudice del lavoro. Secondo l'avvocato della difesa Vittorio Ferrante, "non c'è nulla che giustifichi il licenziamento".

Il comitato dei garanti dell'Apss (presieduto dall'avvocato Maurizio Roat) aveva rilevato "molteplici fatti di indubbia e rilevate gravità supportati da una cospicua documentazione". Accuse venute alla luce dopo la scomparsa di Sara Pedri, giovane dottoressa in servizio presso lo stesso reparto e di cui si sono perse le tracce lo scorso 4 marzo. In tutto, sono 17 le contestazioni mosse all'ex primario: secondo le testimonianze raccolte dagli inquirenti, si descriveva "una situazione insostenibile in reparto". In un caso il medico avrebbe anche allontanato una ginecologa dalla sala operatoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Pedri, licenziato l'ex primario di ginecologia Saverio Tateo

TrentoToday è in caricamento