menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scuola, dal prossimo anno scolastico libri in formato digitale

Secondo l'impostazione assunta a livello nazionale, infatti, i libri di testo adottati devono essere redatti in forma mista (parte cartacea e parte in forma digitale), oltre che essere interamente scaricabili da internet

Dal prossimo anno scolastico, nelle scuole, ci saranno anche i libri in formato digitale. Lo ha deciso la Giunta provicniale con una delibera che recepisce le linee nazionali previste per il 2012/2013. Secondo l’impostazione assunta a livello nazionale, infatti, i libri di testo adottati devono essere redatti in forma mista (parte cartacea e parte in forma digitale), oltre che essere interamente scaricabili da internet. Perciò, a partire dal prossimo anno scolastico, non potranno essere adottati testi scolastici in forma esclusivamente cartacea. 

Restano invece identici i criteri di affidamento dei testi: in proprietà degli studenti nella scuola primaria, in comodato d’uso gratuito nella scuola media e nel biennio della scuola superiore. Come non cambieranno. Le adozioni dei testi scolastici sono deliberate dal collegio dei docenti nella seconda decade del mese di maggio (dal 10 al 20 maggio 2012) per tutti gli ordini e gradi di scuola. 
 
La delibera conferma anche degli obblighi per gli studenti che non restituiscono, anche parzialmente, i libri loro assegnati in comodato d’uso e sono tenuti al risarcimento mediante pagamento dei corrispettivi economici previsti per la cessione in proprietà. Il risarcimento è previsto anche nei casi di restituzione di testi in condizioni di deterioramento tali da pregiudicarne il futuro utilizzo: sottolineature, abrasioni, annotazioni e forme varie di personalizzazione. 
 
Peso degli zaini scolastici
La delibera fa espresso rinvio a quanto stabilito dall’assemblea generale del Consiglio superiore di Sanità: "Il peso dello zaino scolastico non superi il 10–15% del peso corporeo dell’alunno, stabilendo che tale criterio non deve essere interpretato in termini vincolanti poiché devono trovare considerazione anche altre variabili quali la configurazione fisica dello scolaro, nonché il tempo e lo spazio di percorrenza con il carico dello zaino”.
 
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Palazzo del Diavolo a Trento: ecco la leggenda

Attualità

Apre il primo drive through vaccinale a Trento

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento