menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legionella, il ministro Grillo dispone controlli in tutti gli alberghi del Trentino

Accolto il ricorso del Codacons, il ministro della sanità Giulia Grillo manda i Nas per verificare "con ogni consentita sollecitudine" il rispetto dei Piani di rischio

Arrivano i controlli del Ministero della Sanità negli impianti termali e negli alberghi del Trentino Alto Adige dove in estate si sono verificati 19 casi di legionella, di cui 3 purtroppo mortali. La vicenda è oggetto, oltre che di indagini da parte della Procura, anche di un ricorso del Codacons, il sindacato dei consumatori, recentemente accolto dal ministro Giulia Grillo.

Grillo vuole vederci chiaro ed ha dato 30 giorni di tempo ai Carabinieri del Nas per verificare "con ogni consentita sollecitudine" il rispetto delle parametri previsti dalle Linee guida per la prevenzione ed il controllo della legionellosi. Il documento, approvato dalla Conferenza Stato-Regioni del 2015, ha reso obbligatorio per ogni struttura ricettiva la compilazione di un Piano di valutazione del rischio. 

I controlli non riguarderanno solamente le 8 strutture ricettive già denunciate per i casi di legionella dell'estate ma altri nove stabilimenti termali e tutti gli alberghi, residence e case vacanza del Trentino Alto Adige. Entro un mese si dovrebbe conoscere l'esito di questi controlli mirati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento