Legione d'Onore al professor Roberto Battiston dell'Università di Trento

Assegnata la Legion d'Onore a Roberto Battiston: il professore dell’Università di Trento e presidente dell’ASI ha ricevuto ieri il prestigioso riconoscimento dall’ambasciatrice di Francia Catherine Colonna. Presenti alla cerimonia il rettore Paolo Collini e i presidenti di CNR e INFN, insieme ad amici, colleghi e rappresentanti dell’industria spaziale italiana e francese. Il riconoscimento per il suo contributo scientifico nel campo della fisica sperimentale degli acceleratori di particelle e nella promozione dell’alleanza strategica tra Francia e Italia nel settore spaziale. La cerimonia si è svolta ieri sera nella sede di Palazzo Farnese a Roma. 

L’Ambasciatrice Colonna ha sottolineato l’importanza del lavoro svolto da Battiston in veste di presidente dell’ASI nell’ambito «dell’alleanza strategica tra Italia e Francia nel settore spaziale e il suo costante contributo alla ricerca scientifica nel campo della fisica sperimentale degli acceleratori di particelle». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


«Questo titolo è un grande onore per me - ha detto Battiston - ed è il riconoscimento dell’amicizia, della collaborazione e dei comuni obiettivi che in questi tre anni hanno segnato i rapporti tra la delegazione francese e quella italiana nell’ambito dell’Agenzia Spaziale Europea». Nel breve discorso di ringraziamento, ha poi ricordato anche i legami personali, culturali e scientifici che lo legano alla Francia, sin dai tempi della sua specializzazione a l’Ecole Normale Superieure di Rue D’Ulm e il dottorato presso l’Università di Parigi IX, Orsay.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ecco i divieti che rimangono anche dopo il 3 giugno

  • Riapertura asili e materne con massimo di dieci bambini per sezione. Cgil: "Rimangono perplessità"

  • Bambino rischia il soffocamento per una ciliegia, la madre conosce la manovra e lo salva

  • Mamma muore a 40 anni dopo un malore: cordoglio a Mezzocorona

  • Asili nido e materne in Trentino riaprono l'8 giugno: la decisione della Giunta

  • Incidente mortale a Bedollo: morto a 21 anni Tommaso Mattivi

Torna su
TrentoToday è in caricamento