menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Legione d'Onore al professor Roberto Battiston dell'Università di Trento

Assegnata la Legion d'Onore a Roberto Battiston: il professore dell’Università di Trento e presidente dell’ASI ha ricevuto ieri il prestigioso riconoscimento dall’ambasciatrice di Francia Catherine Colonna. Presenti alla cerimonia il rettore Paolo Collini e i presidenti di CNR e INFN, insieme ad amici, colleghi e rappresentanti dell’industria spaziale italiana e francese. Il riconoscimento per il suo contributo scientifico nel campo della fisica sperimentale degli acceleratori di particelle e nella promozione dell’alleanza strategica tra Francia e Italia nel settore spaziale. La cerimonia si è svolta ieri sera nella sede di Palazzo Farnese a Roma. 

L’Ambasciatrice Colonna ha sottolineato l’importanza del lavoro svolto da Battiston in veste di presidente dell’ASI nell’ambito «dell’alleanza strategica tra Italia e Francia nel settore spaziale e il suo costante contributo alla ricerca scientifica nel campo della fisica sperimentale degli acceleratori di particelle». 


«Questo titolo è un grande onore per me - ha detto Battiston - ed è il riconoscimento dell’amicizia, della collaborazione e dei comuni obiettivi che in questi tre anni hanno segnato i rapporti tra la delegazione francese e quella italiana nell’ambito dell’Agenzia Spaziale Europea». Nel breve discorso di ringraziamento, ha poi ricordato anche i legami personali, culturali e scientifici che lo legano alla Francia, sin dai tempi della sua specializzazione a l’Ecole Normale Superieure di Rue D’Ulm e il dottorato presso l’Università di Parigi IX, Orsay.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Covid, sintesi del nuovo Dpcm

  • Attualità

    Covid-19, Decreto Sostegno: tutte le possibili novità

  • Attualità

    Cashback di Stato a rischio, Draghi potrebbe cancellarlo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento