rotate-mobile
Cronaca Arco / Viale Trento

Il lavoro festivo non è un obbligo: storica sentenza per un supermercato di Arco

Tre dipendenti di un supermercato arcense hanno vinto il ricorso contro le sanzioni comminate dall'azienda dopo il rifiuto, tempestivamente comunicato, a lavorare nelle festività infrasettimanali. Il Tribunale sancisce il principio, la sentenza ha rilevanza nazionale

Una sentenza che aprirà la strada a molte altre sul tema del lavoro nei giorni festivi quella emessa dal Tribunale di Rovereto l'8 marzo. La notizia ha avuto risalto nazionale ed il sindacato Uil-Tucs la festeggia come una vittoria: il Giudice del lavoro ha infatti annullato le sanzioni disciplinari comminate da un grande supermercato di Arco a tre lavoratrici che si sono rifiutate di lavorare in un giorno festivo e che avevano con largo anticipo comunicato tale indisponibilità.

L'azienda è stata condannata al pagamento delle spese giudiziarie a favore delle ricorrenti. Il nodo della questione sono le clausole presenti nel contratto che obbligano a dover dare disponibilità a prestare servizio anche nei giorni festivi, intesi come festività infrasettimanali e non solo domeniche.

Il Tribunale ha di fatto riconosciuto l'inefficacia di tali clausole poichè “il lavoratore finirebbe col rimanere vincolato per tutta la vita lavorativa in azienda ad una scelta non solo espressa in un momento di debolezza quale quello dell’assunzione (o della trasformazione a tempo indeterminato del rapporto), ma anche soggetta a valutazioni di opportunità ampiamente variabili tanto nel breve quanto nel lungo periodo (si pensi, a mero titolo esemplificativo, a quanto diversa possa essere la valutazione fatta da una persona libera da impegni familiari rispetto ad una persona con bambini piccoli)" si legge nel comunicato della Uil. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il lavoro festivo non è un obbligo: storica sentenza per un supermercato di Arco

TrentoToday è in caricamento