Aule e mense nuove alle scuole di Meano, Mattarello, Vela e alle Bresadola

Quattro gli istituti scolastici interessati dai lavori, conclusi tra fine agosto e inizio settembre per ospitare gli alunni all'avvio del nuovo anno scolastico

I piccoli studenti nella nuova mensa della scuola alla Vela

Otto nuove aule e nuova mensa con cucina per le elementari di Meano. Una nuova mensa e cinque laboratori musicali in più per le scuole medie Bresadola. Nuova mensa anche per la scuola elementare di Mattarello e per la primaria in località Vela. È' un autunno ricco di novità per l'edilizia scolastica del Comune di Trento, che amplia gli spazi della didattica e della refezione e ne aumenta ulteriormente la qualità. Quattro gli istituti scolastici interessati dai lavori, conclusi tra fine agosto e inizio settembre per ospitare gli alunni all'avvio del nuovo anno scolastico. L'impegno a consegnare i nuovi spazi finiti e arredati in tempo per il suono della prima campanella è stato onorato grazie a una maratona finale che ha impegnato tanto i tecnici comunali quanto le ditte appaltatrici.

Meano, la scuola raddoppia (e non consuma energia)

Sono terminati ad agosto i lavori alla scuola primaria di Meano. Il nuovo edificio, di circa 4mila metri cubi, perpendicolare alla scuola esistente e ad essa unito con un corpo di collegamento sospeso, è distribuito su tre livelli: a piano terra la nuova mensa con cucina, dimensionata per 250 alunni su due turni, e ai due piani superiori 6 nuove classi più 2 aule piccole; due grandi atri vetrati affacciati sul cortile interno consentiranno di gestire i momenti di pausa, mentre a est il nuovo corpo scale con ascensore darà accesso alla scuola. L'utilizzo di fonti rinnovabili (solare fotovoltaico, solare termico e energia geotermica), oltre all'involucro realizzato con materiali certificati “Bio”, permette al nuovo edificio di raggiungere un grado di efficienza tendente a “Edificio a Energia Quasi Zero”. La componente impiantistica è gestita da sistemi domotici come il ligthing management, che ottimizza gli apporti esterni di luce naturale, limitando gli sprechi di energia. Il costo totale dell'opera è di 4.850.000 euro.

Vela, una nuova mensa per la scuola elementare

Sono terminati all'inizio di settembre anche i lavori alla scuola elementare “San Vigilio” in località Vela. E' stato realizzato un edificio a un piano fuori terra dove trovano collocazione, oltre alla mensa, nuovi spazi per la ricreazione e per i servizi igienici. Il progetto, elaborato da un gruppo misto di professionisti interni ed esterni all'Amministrazione, ha un costo complessivo di circa 450.000 euro e prevede un unico volume a forma di parallelepipedo “puro” addossato alla facciata sud-ovest dell'attuale scuola, collegato a quest'ultima attraverso un volume minore interamente vetrato che funge sia da elemento distributivo degli spazi interni che da “frizione” architettonica rispetto al più corposo edificio scolastico esistente.

Bresadola, mensa da 100 posti e laboratori musicali

La scuola media Bresadola ha a disposizione da quest'autunno una nuova mensa da cento posti e alcuni nuovi laboratori per l'insegnamento della musica. I lavori erano molto attesi, in particolar modo quelli riguardanti la mensa, perché grazie ai nuovi locali da quest'anno gli studenti eviteranno di spostarsi alle scuole Crispi per il pranzo. La nuova mensa garantisce una maggiore sicurezza agli alunni, rendendo non più necessari quei trasferimenti in massa che richiedevano maggiore impiego di personale per il controllo e commistione con utenti di altri istituti.

Non meno importanti sono le cinque aule laboratorio per l’insegnamento della musica (le Bresadola ospitano anche un indirizzo musicale) che sono state ricavate sul lato sud e sono dotate di adeguati servizi igienici, pareti in cartongesso fonoassorbenti e porte “a taglio acustico”. E' stata costruita anche una nuova scala interna di collegamento dei piani sul lato ovest, con dimensioni adeguate alla funzione di via di fuga. L'opera è costata 245mila euro.

Mattarello, 70 metri quadrati e 36 posti in più per la mensa

I lavori hanno riguardato l’ampliamento della sala mensa grazie alla costruzione di un nuovo corpo, addossato al volume esistente, e all'occupazione di una piccola parte dello spazio che funge da cortile scolastico della scuola primaria. Il nuovo volume ha il fronte principale lungo circa 16 metri e una profondità di circa 4.50 metri. L’ampliamento della sala mensa di circa 70 mq netti ha permesso di passare dai 36 tavoli per circa 216 posti a sedere ad un totale di 42 tavoli per circa 264 posti a sedere, aumentando di 36 posti la capacità della mensa per turno di servizio.

Internamente, al fine di adeguare l’attuale cucina alle norme igienico-sanitarie, è stato realizzato un locale per il lavaggio dei piatti sporchi con accesso separato, ampliato il deposito e realizzato lo spogliatoio con annesso bagno ad uso esclusivo di cuochi ed inservienti. Per realizzare le opere strutturali del nuovo volume si è dovuto scavare accanto al piano interrato dei Vigili del Fuoco volontari, la cui sede è stata ampliata realizzando due varchi nei muri esistenti dell’autorimessa.

Esternamente ci sono stati dei lavori di sistemazione riguardanti la scala esistente, la ripavimentazione e l'ampliamento del piazzale scolastico, che così ha mantenuto la medesima superficie. I lavori sono iniziati il 28 maggio 2018 si sono conclusi l'11 settembre per quanto riguarda il piazzale, il 17 settembre per quanto riguarda la mensa. Il costo dell'intervento è di circa 470 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • Krampus "violenti" a Vipiteno? E' una tradizione, ma la fake news fa il giro del web

  • Luci soffuse e radio spenta, così un barbiere di Rovereto taglia i capelli ai bimbi autistici

  • "Dammi i soldi o ti ammazzo": preso il rapinatore e la moglie complice

  • Lo spettacolo della 'galaverna' in Valsugana

Torna su
TrentoToday è in caricamento