Braccianti in un garage fatiscente, i sindacati: "Fatto grave, serve massima attenzione"

Il plauso dei sindacati dopo all'operazione dei carabinieri in Val di Non

"Grazie ai carabinieri della Compagnia di Cles, di fronte ad episodi di questo tipo non si può arretrare di un millimetro". Con queste parole i sindacati Flai, Fai e Uila plaudono all'operazione che ha portato alla denuncia di un imprenditore agricolo per sfruttamento del lavoro in Val di Non.

Le indagni sono nate da quello che a prima vista poteva sembrare un infortunio, ma ben presto gli inquirenti hannos coperto una situazione di sfruttamento e degrado nella quale erano costretti otto lavoratori extracomunitari, regolarmente assunti ma solo parzialmente "coperti" dal contratto provinciale, ed alloggiati in un garage fatiscente che poteva ospitare fino a 13 persone.

“Il Trentino può contare su strumenti che possono rivelarsi efficaci nel contrasto all’irregolarità, per questo è importante renderli operativi nel più breve tempo possibile - insistono i tre segretari che chiedono anche di non abbassare la guardia nell’azione di prevenzione e controllo -. Deve entrate nella logica di tutti che chi ricorre al lavoro irregolare non danneggia solo i lavoratori, fatto di per sé gravissimo, ma anche le imprese oneste che subiscono una concorrenza sleale. Per questa ragione la battaglia contro lo sfruttamento del lavoro è responsabilità di tutti gli attori del sistema".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lanterne in ogni casa per Natale: il Comune le recapiterà a tutti i trentini

  • Trentino zona arancione? Fugatti: "Si saprà domani"

  • Il Trentino rimane zona gialla: ordinanza del Ministro, per ora non cambia nulla

  • Trentino giallo, arancione o rosso? Fugatti non esclude niente

  • Coronavirus: 14 decessi in Trentino. Fugatti: "Restiamo zona gialla ma il numero di ricoveri è critico"

  • Schianto tra auto nella notte: gravi tre ragazzi

Torna su
TrentoToday è in caricamento