rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Gli interventi / Lavarone

Cade dalla bici, sbatte la testa e perde conoscenza: giovane in ospedale

Ancora una domenica di interventi in montagna per il soccorso alpino

Un'altra domenica piena di interventi per la macchina delle emergenze trentina, quella del 24 luglio. Dal giovane biker elitrasportato in urgenza in ospedale dopo aver sbattuto la testa ai diversi escursionisti in difficoltà.  

Intervento al Bikepark Lavarone

Un biker del 2005 di Torri di Quartesolo (VI) è stato elitrasportato all'ospedale Santa Chiara di Trento dopo aver avuto un incidente lungo la pista di downhill Whezzy del Bikepark Lavarone. Il ragazzo ha perso il controllo della bici dopo un salto, sbattendo a terra con la testa e perdendo temporaneamente conoscenza. La chiamata al Nue (Numero unico per le emergenze) 112 è arrivata intorno alle 16.40. 

Il Tecnico di centrale del Soccorso Alpino e Speleologico, con il Coordinatore dell'Area operativa Trentino meridionale, ha chiesto l'intervento della Stazione Altipiani e dell'elicottero, decollato da Verona perché gli elicotteri di Trentino Emergenza erano impegnati in altri interventi. Sette operatori della Stazione Altipiani hanno raggiunto l'infortunato e gli hanno prestato le prime cure. Poco dopo è atterrato nei pressi anche l'elicottero che ha sbarcato l'equipe sanitaria. Dopo essere stato stabilizzato, il biker è stato imbarcato a bordo ed elitrasportato in ospedale.

Escursionista roveretano in difficoltà

Intorno alle 11.05 il Nue 112 è stato allertato per un escursionista del 1982 di Rovereto in difficoltà sulla ferrata Bolver Lugli (gruppo Pale di San Martino). In difficoltà nei primi 100 metri della ferrata, l'uomo ha chiesto soccorso perché non era più in grado né di proseguire né di tornare indietro per la spossatezza. 

Il Tecnico di centrale del Soccorso Alpino e Speleologico, con il Coordinatore dell'Area operativa Trentino orientale, ha chiesto l'intervento della Stazione di San Martino di Castrozza. Dopo un'ora di cammino, i soccorritori hanno raggiunto l'escursionista, lo hanno assicurato e lo hanno aiutato a rientrare a valle, fino alla macchina. Per lui non è stato necessario il ricovero in ospedale; l'intervento si è concluso poco prima delle 14.  
 

Escursionista perde la via

Poco prima delle 11.30 intervento nel gruppo del Carega, nei pressi del sentiero attrezzato Pojesi, verso cima Tibet, dove un escursionista ha perso la via, incrodandosi in una zona molto esposta, privo di assicurazione.  L'elicottero è volato sul posto e lo ha recuperato a bordo. L'uomo, illeso, è stato trasferito a valle ed affidato agli operatori della Stazione di Ala. 


Escursionista impaurito

Altro intervento in ferrata sulle Dolomiti di Brenta, lungo il sentiero attrezzato Vidi. Un escursionista straniero del 1983 ha chiesto aiuto al Nue 112 intorno alle 13.15, perché in difficoltà ed impaurito. Anche in questo caso, l'elicottero lo ha recuperato a bordo ed elitrasportato a valle, affidandolo agli operatori della Stazione di Madonna di Campiglio, pronti in piazzola per dare supporto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade dalla bici, sbatte la testa e perde conoscenza: giovane in ospedale

TrentoToday è in caricamento