"Sono a Trento in cerca di una lavanderia". Ma lo sorprendono a contrattare con una prostituta: multato

L'episodio è accaduto lo scorso fine-settimana

Repertorio

Da fuori comune è arrivato a Trento nonostante i decreti per il contenimento del coronavirus. E quanto la polizia locale lo ha fermato ha detto di essere alla ricerca di una lavanderia, ma poi è stato sorpreso mentre stava contrattando con una prostituta. È accaduto lo scorso settimana, quando il signore protagonista dell'episodio è stato multato.

Nel corso del tardo pomeriggio l'uomo è stato sottoposto a un controllo dai vigili e ha sostenuto di essere in città perché alla ricerca di una lavanderia. La locale però lo ha visto in via Brennero mentre stava concordando una prestazione sessuale a pagamento e a quel punto lo ha sanzionato sia per non aver rispettato il Dpcm anti Covid sia per violazione dell’articolo 86 quinquies del R.p.u. (contrasto al fenomeno della prostituzione).

Sempre durante il fine-settimana la polizia locale di Trento ha effettuato oltre trecento controlli e multato circa 30 persone, tra cui diverse che dichiaravano di essere alla ricerca di un alimentari aperto, alcune che si trovavano al parco nonostante il divieto e un signore trovato a distanza di chilometri dalla sua casa con il cane al guinzaglio che diceva di averlo appena recuperato dopo che era fuggito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento