Operazione antidroga a Trento, arrestati due latitanti a Londra ed a Treviso

Arrestati a sei mesi di distanza dall'operazione antidroga che portò a smantellare un traffico internazionale sull'asse del Brennero

Erano  latitanti dal settembre 2018, quando a Trento scattò l'operazione antidroga "Alba bianca", che portò alla denuncia di 40 narcotrafficanti sull'asse del Brennero tra Nord UItalia ed Europa. Sono stati arrestati a pochi giorni di distanza l'uno dall'altro dalla Guardia di Finanza di Trento, in collaborazione con la Polizia di Stato di Treviso e con le autorità britanniche.

Uno dei due latitanti, 22enne cittadino albanese, era infatti fuggito a Londra, dove sperava di rimanere lontano dalla Giustizia italiana. Così non è stato: la polizia inglese lo ha arrestato ed accompagnato fino all'aeroporto di Verona, diove è stato preso in carico dalla Polizia di Stato italiana.

Il secondo, 41enne cittadino kossovaro, è stato invece fermato nelle vie del centro di Treviso. Poichè privo di documenti è stato portato in Questura, dove è emersa la sua vera identità e la misura cautelare a suo carico. All'appello manca ancora un terzo latitante, cittadino albanese, attivamente ricercato sia a livello nazionale che internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cashback di Stato, i rimborsi entro marzo e il "bug" dell'App Io

  • Covid, il Trentino rischia la zona arancione?

  • Il Trentino rimane zona gialla, unico territorio in tutto il Nord Italia

  • Tragedia in A22, Vitcor non ce l'ha fatta

  • Impianti sciistici ancora nelle incertezze, Ghezzi: «Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna in zona arancione. E chi viene in Trentino?»

  • Nuovo decreto: confermato il divieto di spostamento fino al 15 febbraio

Torna su
TrentoToday è in caricamento