menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz dei carabinieri: arrestato latitante accusato di tentato omicidio

L'indagine nasce dopo l'agguato subito da un pregiudicato romano in zona Torpignattara nel novembre 2016

I carabinieri della Compagnia di Riva del Garda hanno rintracciato Federico Latini,  classe 1994, pregiudicato e latitante dal 6 novembre scorso. I militari lo hanno arrestato in esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Gip del Tribunale di Roma su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, poiché ritenuto responsabile di tentato omicidio e detenzione e porto illecito di armi. L'indagine nasce dopo l'agguato subito da un pregiudicato romano in zona Torpignattara nel novembre 2016.

La vittima, mentre si trovava  a bordo della propria autovettura, era stata prima affiancata e poi sorpassata da un'altra auto, il cui occupante aveva esploso diversi colpi d'arma da fuoco. Il destinatario dell'agguato era riuscito a mettersi in salvo speronando l'auto del suo aggressore, che secondo i carabinieri, grazie ai riscontri investigativi, è l'uomo arrestato oggi.

Lo stesso è stato rintracciato dai carabinieri della Compagnia di Riva del Garda, nel comune di Carisolo, in provincia di Trento (a pochi chilometri dalla località Madonna di Campiglio, ove in questi giorni si sta svolgendo la Coppa del Mondo di sci), dove aveva prenotato uno chalet per trascorrere le festività natalizie con i familiari e gli amici più stretti.

Dopo alcuni giorni di controllo dei parenti del latitante e avuta la certezza della sua presenza, la notte di Natale è scattato il “blitz” che ha visti impegnati i Carabinieri del Nucleo Operativo di Riva del Garda e quelli delle stazioni dipendenti dalla Compagnia, ma anche L'aliquota di Primo Intervento del Comando Provinciale di Trento, che, con uomini addestrati all'antiterrorismo e con equipaggiamenti speciali, hanno fatto irruzione sorprendendo il latitante nel sonno. Per alcuni dei famigliari e amici dell'uomo si sta valutando l'ipotesi della denuncia per favoreggiamento della latitanza. L'uomo è stato denunciato a piede libero anche per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, così come altri due ospiti della casa, un 22enne pregiudicato romano ed una 21enne pregiudicata, entrambi romani. Il tutto ha portato al rinvenimento di circa 100 grammi di stupefacenti. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Classificazione Trentino, Fugatti dà un'interpretazione: «riteniamo che per la settimana prossima la situazione possa restare invariata»

Attualità

Il Trentino rimane in zona arancione

Attualità

Il Trentino è in zona arancione, le precisazioni di Fugatti

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento