menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Otto bar colpiti in 3 settimane, la Squadra Mobile rintraccia e denuncia ladro seriale

In cinque occasioni, il ladro ha portato via denaro oppure oggetti di valore. Nei restanti tre furti non avrebbe trovato alcunché di interessante

Scoperto e denunciato il presunto ladro seriale di bar dalla Squadra Mobile di Trento, nella mattinata di giovedì 1° aprile. Si tratta di un ventiseienne di origini ucraine, ma in possesso di cittadinanza italiana, gravemente sospettato di aver commesso dal 12 marzo al 1° aprile otto furti all’interno di altrettanti bar dislocati in varie parti della città. In cinque occasioni, il ladro ha portato via denaro oppure oggetti di valore. Nei restanti tre furti non avrebbe preso né denaro, né oggetti di valore, perché al momento in cui stava compiendo il fatto, non c’era qualcosa che potesse interessare al ladro.

Il primo furto è avvenuto all’interno di un bar che si trova nel “Centro Direzionale Trento Sud “, il 12 marzo. Il ladro ha forzato la porta di emergenza ed ha rubato 20 pacchetti di sigarette e numerosi biglietti della lotteria “Gratta e vinci”. Due giorni dopo, il 14 marzo, in pieno centro storico, è entrato in un altro locale adibito alla somministrazione di cibo e bevande, forzando con delle tronchesi la saracinesca, in via Belezani, portando via 60 euro. All’incirca due settimane dopo, il 26marzo, il giovane ucraino è entrato in un bar di via Cavour rubando l’incasso di giornata, circa 4000 euro. Nella nottata del 30 marzo ha forzato la porta d’ingresso di altri due bar.  Il primo si trova in viale Verona e qui ha rubato un tablet e 15 euro dal registratore di cassa. Il secondo, in via Mantova, dove ha sottratto una bottiglia di super alcolico.  

Gli altri tre episodi di furto sono avvenuti all’interno di bar che si trovano in piazza Pasi, in via Chiocchetti ed in via Guardini 25. Ma non è stato sottratto nulla. La svota nelle indagini è avvenuta grazie agli impianti di videosorveglianza di uno dei bar, che ha ripreso, seppur non in volto, il ladro entrare nel locale e portare via la refurtiva. Le immagini hanno restituito agli investigatori della Squadra Mobile, un’immagine nitida gli indumenti indossati dal giovane ucraino, successivamente rinvenuti nel corso di una perquisizione effettuata all’interno dell’abitazione occupata in zona Gardolo, sebbene risulti residente a Ravina

Sempre durante la perquisizione dell’appartamento in zona Trento Nord, sono stati trovati e sequestrati i biglietti della lotteria “gratta e vinci” rubati il 12 marzo nel bar di Trento sud. Durante il sopralluogo del furto del 12 marzo, la Polizia Scientifica, è riuscita anche a rilevare un’impronta del ladro, posizionata sulla vetrata del bar, tale da poter essere utilizzata per un confronto e che per gli inquirenti potrebbe restituire l’identità del ragazzo denunciato dalla Squadra Mobile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Restrizioni, quando ci si potrà spostare tra regioni

Attualità

Due nuovi vaccini anti-Covid in arrivo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento