rotate-mobile
Cronaca

Ladro clandestino scappa dal Cpr, doveva essere espulso

Aveva parecchi precedenti alle spalle. La polizia si è subito messa sulle sue tracce

Era fuggito da 24 ore dal Centro di Permanenza e Rimpatrio (Cpr) di Gradisca d’Isonzo e si era rifugiato a Bolzano. Pensava di essere fuori dai guai e al sicuro, ma si sbagliava.

È la vicenda che ha come protagonista un cittadino marocchino di 22 anni, rintracciato venerdì 7 luglio dalla polizia del capoluogo altoatesino nei sotterranei di uno stabile, luogo e ritrovo di soggetti ben noti alle forze dell’ordine.

Il 22enne, con precedenti per furti a negozi e passanti, doveva essere espulso dall’Italia, in quanto irregolare; poi, come detto, la fuga da Gradisca d’Isonzo. Dopo averlo arrestato, gli agenti della questura di Bolzano lo hanno accompagnato al Cpr di Ponte Galeria, in provincia di Roma, dove verrà rimpatriato in Marocco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladro clandestino scappa dal Cpr, doveva essere espulso

TrentoToday è in caricamento