menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ladro abbandona l'auto rubata, fugge nei boschi ma cade in un dirupo

Due distinte chiamate al 112: ladro in fuga ed escursionista in difficoltà, erano la stessa persona

Da una parte un furto con un ladro in fuga, dall'altra un escursionista caduto nei boschi e bisognoso d'aiuto. Questo il contenuto delle due segnalazioni arrivate al 112 praticamente in contemporanea. I carabinieri, arrivati sul posto a seguito delle ambulanze, ci hanno messo poco a capire che l'infortunato ed il ladro erano la stessa persona.

E' accaduto a Vaneze, località turistica sul Monte Bondone, dove il proprietario di un negozio di noleggio mountain bike ha allertato i Carabinieri di Trento dopo aver sventato un tentativo di furto di una bici di lusso. L'esercente era riuscito a scattare una foto con il telefonino, mentre il ladro si stava dileguando a bordo di un'auto poi risultata rubata in città la notte precedente.

Parallelamente alcuni escursionisti, pochi minuti dopo, lanciavano l'allarme dopo aver notato un giovane in fondo ad una scarpata, nei pressi di un sentiero. Il Numero Unico per le Emergenze, oltre ad inviare sul posto i soccorritori, ha segnalato l'intervento ai carabinieri della Stazione Vaneze - Monte Bondone, che si trovavano già sul posto per la segnalazione del furto.

Giunti sul posto i militari hanno subito notato che il ragazzo non era propriamente vestito da escursionista. In pochi minuti hanno ritrovato l'auto vicino all'imbocco del sentiero ed hanno tirato le somme. Il ladro, temendo di essere seguito, aveva preferito abbandonare l'auto a bordo strada e darsela a gambe nei boschi, ma è scivolato. Dovrà spiegare l'accaduto di fronte al giudice.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, sintesi del nuovo Dpcm

Attualità

Giovo è in zona rossa, cosa si può fare?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrentoToday è in caricamento