Arrestato a Roma l'ultimo latitante dei "ladri acrobati" di Trento

L'arresto va a completare il quadro dell'operazione scattata a gennaio 2019

E' stato arrestato a Roma, dove forse pensava di sfuggire alla mano della Giustizia, uno dei latitanti della banda dei "ladri acrobati" ritenuti responsabili di decine di furti messi a segno in Trentino Alto Adige l'estate scorsa. Il soprannome della banda deriva dal modus operandi, che prevedeva l'effrazione degli infissi in particolare sui balboni dei piani alti, ai quali giungevano arrampicandosi. 

La base era un immobile preso in affitto dalla proprietaria, affiliata all'organizzazione, a Spini di Gardolo. I membri erano ospitati a turno e partivano di notte per dei veri e propri raid a Trento ed a Bolzano. L’epilogo finale dell’attività criminosa è sopraggiunto il 10 ottobre 2018 con l’arresto in flagranza di uno degli albanesi partecipi all’associazione criminale.

In quell’occasione venne recuperata gran parte degli oggetti rubati alcuni mesi prima in via della Cervara e ancora nella disponibilità di uno degli albanesi. Nel gennaio 2019 iscattò infine l'operazione che portò alla cattura di diversi membri della banda. Il quadro si completa ora con questo nuovo arresto eseguito dalle volanti romane in collaborazione con la Mobile trentina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campitello di Fassa, ha un infarto al mercatino di Natale: in prognosi riservata

  • Treni, dopo il diretto per Milano arriva anche il Bolzano-Vienna

  • Krampus "violenti" a Vipiteno? E' una tradizione, ma la fake news fa il giro del web

  • Luci soffuse e radio spenta, così un barbiere di Rovereto taglia i capelli ai bimbi autistici

  • Incidente mortale sulla A22: furgone contro un camion

  • Lo spettacolo della 'galaverna' in Valsugana

Torna su
TrentoToday è in caricamento