rotate-mobile
Domenica, 29 Gennaio 2023
Alto Adige

Ruba il bancomat a un’anziana e le alleggerisce il conto corrente, ma i Ris la incastrano

Il fatto risale allo scorso giungo. La ladra, denunciata, è stata riconosciuta dalle immagini delle telecamere di sicurezza

Furto aggravato e indebito utilizzo di mezzo di pagamento: sono questi i reati contestati a una donna, denunciata in stato di libertà dai carabinieri di Naturno, in Alto Adige. Per incastrarla, è stato addirittura coinvolto uno dei reparti più celebri dell’Arma, i Ris di Parma. Ma andiamo con ordine.

Tutto è cominciato nel giugno 2022. Una 76enne della val Venosta stava facendo spesa in un supermercato di Naturno quando è stata “alleggerita” del portafoglio, contenente documenti, contanti e il bancomat. Poco dopo il furto, peraltro, da uno sportello Atm, con lo stesso bancomat, erano stati prelevati 500 euro.

Ovviamente la signora aveva fatto denuncia contro ignoti; il solito iter che si fa quando accadono cose di questo tipo. Nel frattempo, i carabinieri avevano dato via alle indagini e, anche grazie alle immagini delle telecamere di videosorveglianza del negozio e dell’istituto di credito da cui era stato fatto il prelievo, hanno individuato la responsabile.

Ed è qui che entrano in gioco i Ris di Parma. I carabinieri di Naturno avevano notato una forte somiglianza con una pregiudicata della zona, gli uomini del Reparto investigazioni scientifiche, facendo una comparazione tra le foto della sospettata e le immagini delle telecamere di videosorveglianza, hanno dato la conferma: si trattava della stessa persona. Così, è scattata la denuncia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba il bancomat a un’anziana e le alleggerisce il conto corrente, ma i Ris la incastrano

TrentoToday è in caricamento